Straddle e Strangle – Parte 3

Avete mai desiderato guadagnare denaro sui mercati a prescindere dal fatto che i prezzi salgano o scendano? Questo è fondamentalmente possibile con i warrant. Potete scoprire esattamente come funzionano in questa parte della nostra serie.

La strategia qui presentata non può essere implementata con prodotti a leva come i knock-out. Come già spiegato nelle ultime parti della serie, i warrant, d’altra parte, offrono la possibilità di mantenere l’investimento fino alla fine del proprio periodo di validità senza essere cacciati dal trade da una soglia di knock-out. Così è possibile scommettere sui movimenti di prezzo up e down allo stesso tempo senza essere messi fuori gioco in una direzione.

L’aumento della volatilità è la chiave
Il prezzo di un warrant è influenzato in modo significativo dal margine di fluttuazione previsto (volatilità) del sottostante. Di conseguenza, i warrant sono spesso particolarmente favorevoli in fasi di mercato calme. Anche gli indici di volatilità come VdaX-new e VStOXX sono chiamati barometri della paura. Attualmente il loro livello di trading è basso (al 14 giugno 2018). I warrant offrono agli investitori che desiderano scommettere sulla crescente volatilità di un certo sottostante una buona opportunità per farlo. Combinando lo stesso numero di chiamate e piazzamenti con la stessa scadenza e lo stesso prezzo d’esercizio si ottiene un cosiddetto straddle. Con questa combinazione, potete beneficiare di un aumento del range di fluttuazione, indipendentemente dal fatto che il prezzo del sottostante aumenti o diminuisca. La perdita massima possibile è limitata al capitale utilizzato per l’acquisto dei warrant.

Esempio: Straddle del DAX
Per illustrare questo, guardiamo il seguente esempio: nel pomeriggio del 14 giugno 2018, il daX è stato quotato a circa 13.100 punti. Stiamo esaminando una chiamata e un warrant sul daX che hanno entrambi un prezzo d’esercizio a questo livello. Entrambi i warrant durano fino al 21 dicembre 2018. il prezzo totale per entrambi è di 10,93 euro (call 5,50 euro + put 5,43 euro). Al fine di ottenere un profitto con questa strategia alla fine del termine, il daX deve salire sopra i 14.193 punti o scendere sotto i 12.007 punti. Per calcolare questi punti di break even point si utilizza la seguente formula:

Break-even point lungo =prezzo di esercizio + prezzo warrant / rapporto di sottoscrizione 13.100 + 10,93 Euro / 0,01 = 14.193

Break-even point corto =Prezzo di esercizio – prezzo warrant / rapporto di sottoscrizione 13.100 – 10,93 Euro / 0,01 = 12.007

se il daX è a 13.100 punti alla scadenza, né l’opzione call né il warrant put hanno un valore intrinseco. Se il daX è inferiore ai 13.100 punti, il valore intrinseco dell’opzione put aumenta, o nel caso inverso dell’opzione call.

Prima della fine del termine, tuttavia, ci può essere ancora valore temporale, per cui è ipotizzabile che la posizione a cavallo tra i due termini vada a profitto già durante il termine senza che il daX abbia raggiunto i punti di pareggio menzionati.

Affidarsi a una volatilità in forte aumento
Per gli investitori che si aspettano anche un forte aumento della banda di fluttuazione, la creazione di uno strangle potrebbe essere una strategia adeguata. Lo strangle consiste anche nell’acquisto di un call and put warrant. A differenza di uno “straddle”, tuttavia, i warrant hanno prezzi di base diversi rispetto alla moneta. Tuttavia, il termine residuo è ancora identico. Con uno strangle, si scommette su oscillazioni di prezzo del sottostante ancora maggiori che con uno straddle. Anche in questo caso, la perdita è limitata al capitale utilizzato per acquistare i warrant.

Esempio: Strangle del DAX
Ad un livello di daX di circa 13.100 punti, il 14 giugno 2018 abbiamo preso in considerazione un call warrant sul daX con un prezzo di esercizio di 13.600 punti e un put warrant con un prezzo di esercizio di 12.600 punti. Il prezzo totale di entrambi i warrant è di EUR 6,74 (call EUR 3,01 + put EUR 3,73). Pertanto, lo strangle è più economico di uno straddle. Al fine di ottenere un profitto con questa strategia alla fine del mandato, il daX deve superare 14.274 punti o scendere sotto 11. Se il daX è tra 12.600 e 13.600 punti alla scadenza dei warrant, né il call né il warrant put hanno un valore intrinseco. Se il daX è superiore a 13.600 punti o inferiore a 12.600 punti, il call o put guadagna valore intrinseco.

Tuttavia, una parte del valore temporale può essere ancora disponibile prima della fine del termine, per cui è concepibile che la posizione a cavallo tra i due termini vada in profitto durante il termine senza che il daX abbia raggiunto i punti di pareggio menzionati.

A seconda della situazione di mercato, una risoluzione separata della posizione call o put e la continuazione della rispettiva altra posizione può essere considerata invece di una risoluzione della posizione complessiva sia straddle che strangle.

Conclusione
Straddle e Strangle sono strategie di opzioni ben note, ma possono essere implementate anche da investitori privati con piccoli capitali. Con l’aiuto dei warrant si può agire come i professionisti del mercato e guadagnare denaro con questa strategia, non importa se i prezzi salgono o scendono.

Alexander Mantel

Alexander Mantel è considerato un esperto comprovato nei derivati. Oltre alla sua attività di trader indipendente e autore freelance, fornisce consigli nello sviluppo di nuovi prodotti e piattaforme di trading. Fornisce la sua esperienza non solo a banche e broker, ma anche agli investitori impegnati nel coaching individuale. traders@alexandermantel.com