Vogliamo esserti sempre vicino e il nostro Customer Care risponde 24 ore 365 giorni l'anno. Per i tuoi quesiti di Cultura Finanziaria o per raccontarci la tua esperienza di trader o investitore chiama 0230332800 oppure manda un sms o un whatsapp al 3208756444

Scopri le Opzioni!

Newsletter del settimanale

Strategia knock out per i dati trimestrali

Come eliminare il rischio dai dati trimestrali Chi non ha avuto la tentazione di tradare i grandi movimenti di prezzo...

Bitcoin: bolla, inversione o semplice pausa

Il Bitcoin (BTCUSD) è in una fase rialzista importante da un anno a questa parte, tanto da far riscontrare...

Il Game Changer nel trading?

Ecco come funziona il grid trading Un problema comune a molti trader è quello di cercare un buon punto di...

Anatomia del trend nell’area intraday

Le basi del trend trading Nel trading attivo, il rilevamento e la determinazione del trend sono molto importanti per ottenere...

Intervista a Sebastian Harrison, da Satomi a imprenditore (3° ed ultima parte)

Milano. Intervista telefonica. 10 novembre 2020. (L’intervista di Sebastian Harrison prosegue dallo scorso numero) Il ‘Los Angeles Film Fashion and Art...

Ultima ora

+44% a Gennaio 2021, nei primi 15 giorni del mese. Le tecniche quantiche utilizzate e le operazioni certificate.

Un altro colpo da maestro messo a segno nei primi giorni di Gennaio, dal Master Trader Fabio Oreste, fondatore...

Il modo più semplice per il Crypto-Trading

Qui incontri la scienza C’è un modo realmente semplice per fare trading sulle Crypto senza dover cambiare i propri soldi...

Scelti per te

La strategia delle 16 settimane di Thomas Gebert

Guadagni sul mercato azionario ogni 16 settimane È possibile battere il DAX sul lungo termine se si investe per meno...

Analisi del volume per professionisti

Profondità di mercato, DOM e livello dei prezzi La maggior parte dei trader che ha sentito parlare dell’analisi del volume...

Tradare con le medie mobili

Tradare con successo con l’indicatore più popolare Le medie mobili (moving average o MA) sono di gran lunga gli strumenti...

Impara i fondamentali

Per diventare un trader di opzioni di successo, è essenziale comprendere i fondamenti di questi prodotti. In questo articolo spieghiamo le basi fondamentali: Cosa sono le opzioni? Cosa sono le call e le put? Come funzionano le leve? Come potete coprire in modo ottimale il vostro conto di trading?

Panoramica delle Opzioni
Ci sono due tipi di opzioni: Opzioni call e Opzioni put. Le call conferiscono il diritto (ma non l’obbligo) di acquistare solitamente 100 pezzi di una certa azione ad un prezzo predeterminato prima di una certa data di scadenza. Per questo diritto, l’acquirente dell’opzione deve pagare un premio, che il venditore dell’opzione (sottoscrittore) riscuote. Al contrario, le put concedono il diritto (ma non l’obbligo) di vendere, di norma, 100 unità di una certa azione ad un prezzo predeterminato prima di una certa data di scadenza. Anche qui gli acquirenti pagano un premio ai sottoscrittori.

Le opzioni sono derivate perché derivano il loro valore dal titolo sottostante. In generale, i trader acquistano call quando credono che un’azione o un indice salirà, e comprano put, quando credono che un titolo perderà valore. È possibile partecipare all’andamento dei prezzi con una “leva.” L’acquisto di un’opzione su un determinato titolo permette al trader di utilizzare molto meno capitale rispetto all’acquisto del titolo. Ad esempio, le azioni di Microsoft (MSFT) sono scambiate a circa 130 dollari. Se si vuole approfittare di un aumento del prezzo delle azioni, si possono acquistare 100 azioni per 13.000 dollari. Un trader di opzioni, invece, potrebbe acquistare un’opzione call per una quantità di capitale molto inferiore, che controlla 100 azioni Microsoft fino alla fine del termine.

Se acquistiamo un’opzione call, abbiamo il diritto di acquistare le azioni sottostanti a un determinato prezzo alla data di scadenza specificata, o prima di tale data. Tuttavia, eserciteremo questo diritto molto raramente, se non mai. Dopo tutto, è molto più facile vendere l’opzione sul mercato dopo che il prezzo è salito. Così, quando acquistiamo una call, possiamo chiudere facilmente il contratto chiudendolo di nuovo in questo modo.

Un’altra differenza tra le azioni e le opzioni è che si può anche fare trading laterale e sostenere i mercati. I trader azionari hanno la possibilità di vendere allo scoperto, ma è una cosa pericolosa a causa delle perdite potenzialmente illimitate ed è anche difficile da fare. Tuttavia, se un trader di opzioni ritiene che un titolo stia per cadere, può semplicemente acquistare un’opzione put. Questo approccio è relativamente facile da attuare e ha il vantaggio che il rischio è limitato al premio pagato.

L’assicurazione
Ora vorremmo parlare dei motivi per cui utilizziamo strategie di opzione in diversi mercati. In primo luogo, le opzioni possono essere utilizzate per coprire le vostre posizioni a lungo termine. Tutti noi dobbiamo stipulare un’assicurazione auto, preferibilmente un’assicurazione completa che ci protegga in caso di incidente e che copra sia i danni a terzi che quelli propri. Anche se speriamo di non dover mai ricorrere all’assicurazione, siamo coperti in caso di emergenza. Allo stesso modo, possiamo utilizzare le opzioni per la copertura delle nostre azioni.

Abbiamo già parlato di come trarre profitto da un mercato in calo con le opzioni put. Diciamo che abbiamo 100.000 dollari nel conto di trading. Date le attuali condizioni di mercato incerte causate dalle turbolenze politiche globali, siamo preoccupati per i nostri beni. Se dovessimo acquistare opzioni put ora, potremmo compensare molti o addirittura tutti i rischi di un mercato al ribasso a basso costo, invece di vendere tutte le nostre azioni. Se utilizziamo le put per proteggere il portafoglio, possiamo controllare i rischi e beneficiare comunque di prezzi azionari più elevati. Tuttavia, dobbiamo pagare il premio dell’opzione, che va a scapito della performance e può essere fastidioso se i mercati continuano a crescere.

Effetto leva
Molto interessante per i trader è quindi l’effetto leva. Come abbiamo descritto sopra, le opzioni call su un titolo sono molto più economiche del titolo stesso. Ora vogliamo scavare un po’ più a fondo e scoprire perché questo è un vantaggio. Supponiamo che abbiate 100 azioni Microsoft a 130 dollari o un’opzione call con un prezzo d’esercizio di 130 dollari. Mentre le azioni costano $13.000, l’opzione call costa $130 a seconda del termine, ad esempio, solo 1.000 dollari (tasso di 10 dollari x 100). Continuiamo a ipotizzare che il prezzo dell’azione salga a 150 dollari entro la fine del periodo di validità dell’opzione e vediamo che effetto ha in ogni caso.

 

  1. 100 Azioni Microsoft

15 dollari x 100 azioni = 1.500 dollari di profitto, che corrisponde a 1.500 / 13.500 = 11,1 per cento di profitto sul capitale investito.

2) Call-Option:

Il tasso di cambio è di 20 dollari, che dà un profitto di 1.000 dollari per contratto, o 1.000 / 1.000 = 100 per cento di profitto sul capitale investito.

Il rischio al momento dell’acquisto dell’opzione call è che il prezzo dell’azione non sia salito in modo sufficientemente netto al momento della scadenza dell’opzione, compensando in misura superiore al premio pagato. Ad esempio, se il prezzo dell’azione sale leggermente a 135 dollari, con l’azione si ottiene un profitto di 500 dollari, mentre con l’opzione call questi soldi si perdono. Inoltre, il titolo deve ovviamente essere quotato anche al di sopra del prezzo d’esercizio per mostrare un valore intrinseco (differenza tra prezzo e prezzo d’esercizio). Lo stesso vale al contrario per le opzioni put.

Se le azioni nell’esempio di Microsoft dovessero scendere a 100 dollari, sarebbe di nuovo meglio con l’opzione call che con le azioni. Questo perché con l’opzione, la perdita è limitata al premio pagato (1.000 dollari), mentre con l’azione, la perdita è riportata interamente (3.000 dollari). Anche se l’intero premio dell’opzione può essere perso, questa perdita è a volte molto inferiore alle perdite che possono verificarsi con posizioni long o short nel titolo.

Flessibilità
Forse il vantaggio più importante delle opzioni di trading è la flessibilità. Se si combinano le opzioni con altre opzioni e/o le azioni corrispondenti, ne risultano decine di strategie. Ad esempio, con gli approcci di chi sottoscrive le opzioni, i profitti possono essere realizzati anche quando i mercati sono di traverso o in leggero calo. Inoltre, durante le negoziazioni in corso, è possibile effettuare innumerevoli adeguamenti per adattarsi alle mutevoli condizioni di mercato. Tuttavia, i trader hanno bisogno di know-how ed esperienza per evitare di perdersi in costruzioni complicate.

Conclusione
In questo articolo abbiamo descritto le basi fondamentali delle opzioni. Questi prodotti possono essere utilizzati per la copertura di posizioni azionarie a lungo termine, per speculare su prezzi in aumento o in diminuzione o per generare reddito in movimenti laterali. L’applicabilità versatile e flessibile delle opzioni le rende uniche come prodotti di trading. Tuttavia, sono necessarie anche una grande quantità di know-how e di esperienza.

Dalla Redazione di Traders’ Magazine

 

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, cartacea o Twin (cartacea+digitale) di TRADERS’ Magazine

Webinar

Articoli Correlati