Consolidamento di AUDUSD e AUDJPY per ora

0
103

Il dollaro australiano ha trovato terreno favorevole la scorsa settimana, dopo essere sceso la settimana precedente al minimo degli ultimi 10 mesi a causa del rafforzamento del dollaro e delle preoccupazioni sulla crescita della Cina.

Il “grande dollaro” rimane sostenuto dopo l’attesissimo simposio economico di Jackson Hole ospitato dalla Federal Reserve di Kansas City. 

L’evento principale è stato, ovviamente, il discorso di venerdì del presidente della Federal Reserve Jerome Powell. I suoi commenti hanno indotto i mercati dei tassi di interesse a riconsiderare il percorso dei tassi della Federal Reserve. Ora scontano una probabilità leggermente più alta di un inasprimento della politica monetaria alla riunione del FOMC di novembre, attorno al 60%.

Powell ha ribadito molti dei suoi commenti precedenti, vale a dire che la politica dovrà rimanere restrittiva finché l’obiettivo di inflazione del 2% non sarà raggiungibile.

Ha riconosciuto inoltre che i dati recenti sono un buon segno, ma sono necessarie ulteriori prove del fatto che le pressioni sui prezzi siano contenute. Ha anche chiarito che le decisioni future dipendono dai dati.

Più avanti lungo la curva, il mercato dei tassi ha allentato i tagli della Fed per l’anno prossimo e ciò ha contribuito a portare il rendimento dei titoli del Tesoro 2 a un passo dal massimo degli ultimi 17 anni registrato a luglio al 5,118%.

Lo spread tra i titoli di stato del Commonwealth australiano (ACGB) a 2 e 10 anni e i titoli del Tesoro continua a sostenere l’USD.

F1) AUD/USD, indice DXY (USD), spread obbligazioni AU-USA a 2 e 10 anni.

La situazione in Cina continua a peggiorare e il governo annuncia misure per aiutare chi acquista una casa per la prima volta ad acquistare la proprietà.

Il mercato immobiliare cinese sotto assedio ha bisogno di tutto l’aiuto possibile e quest’ultimo annuncio è stato ampiamente interpretato dal mercato come non sufficiente, ma come un passo nella giusta direzione e ha alimentato le speranze di ulteriori stimoli futuri.

Per l’AUDUSD nella prossima settimana, i rendimenti statunitensi e le notizie dalla Cina potrebbero continuare ad aggiungere volatilità all’azione dei prezzi. A livello nazionale il focus sarà sulle vendite al dettaglio e sulle licenze edilizie.

Verrà rilasciato anche il dato mensile dell’IPC, ma la sua affidabilità deve ancora essere dimostrata riguardo a dove si trovi l’indicatore dell’IPC trimestrale più accurato.

F2) Grafico settimanale AUDUSD – Il quadro più grande

Se guardiamo il grafico settimanale AUDUSD, per la seconda settimana il prezzo sta testando una linea di tendenza ascendente che fa parte di un triangolo simmetrico.

Non è riuscito a chiudere al di sotto della linea di tendenza rialzista, ma una rottura netta al di sotto di essa potrebbe far evolvere il momentum ribassista.

L’AUDJPY si è consolidato la scorsa settimana in modo simile all’AUDUSD, dopo aver toccato il minimo di due mesi la settimana prima.

Ci sono una serie di minimi precedenti e rotture nell’area 92,80 – 93,00 che possono fornire una zona di supporto.

Più in basso, è possibile trovare supporto ai punti di breakout di 92,30 e 92,44 davanti al livello di ritracciamento di Fibonacci del 50% a 91,85, che è vicino al minimo di luglio di 91,80.

Il supporto potrebbe anche essere al livello di ritracciamento di Fibonacci del 61,8% a 90,50.

Nella parte superiore, la resistenza potrebbe trovarsi sulle linee di tendenza al ribasso che attualmente sono vicine a 94,20 e 94,60. Anche i massimi precedenti intorno a 94,90 potrebbero offrire resistenza.

La resistenza potrebbe essere trovata anche ai picchi e ai breakout precedenti di 95,74, 95,85, 96,88 e 97,67.

Luis Carlos Marin Pinzon

Ingegnere industriale alla “Universidad de América” in Colombia, Senior Trade Analyst con oltre 3 anni di esperienza in operazioni e analisi di mercato. Ha conseguito corsi certificati in Trading Professionale e Trading in Borsa, Gestione e Amministrazione di Portafogli nella Borsa Valori Colombiana (BVC), Principi di Investimento, Fondamenti di ETF, Analisi Tecnica Avanzata nel Gruppo Messicano Stock Exchange (GBM) e Fondamenti di Trading e Strategie Avanzate di Trading presso il Market Traders Institute (MTI).