Il divario tra Nasdaq e S&P 500 si restringe mentre Apple guida il settore tecnologico

0
68

I divari dell’S&P500 si riducono all’inizio delle operazioni negli Stati Uniti

La scorsa settimana l’indice S&P 500 è stato sulla difensiva, con un differenziale di apertura inferiore dopo quella che si preannuncia una settimana difficile per le azioni.

I dati statunitensi più caldi del previsto hanno inizialmente rappresentato una sfida per le azioni statunitensi poiché i mercati lo hanno visto come un segnale che Powell sarà costretto a mantenere i tassi alti per un periodo più lungo, sostenere il dollaro e i rendimenti statunitensi, pesando sui titoli più rischiosi.

L’indice ha faticato a testare nuovamente la resistenza della linea di tendenza a lungo termine e il massimo del 2023 a 4607, virando bruscamente in ribasso da venerdì 1 settembre. Una chiusura inferiore a 4450 questa settimana apre l’indice a un altro test del precedente livello di supporto fino a 4325. I mercati sembrano sempre più sensibili ai dati in arrivo che probabilmente continueranno a vedere la Federal Reserve avvicinarsi a un punto di svolta (tassi massimi). I dati CPI di questa settimana saranno osservati attentamente poiché rimangono l’ultimo pezzo del puzzle prima della nuova riunione della Fed il 20 settembre..

F1) Grafico giornaliero dell’S&P 500

Il Nasdaq rischia un calo tecnologico mentre Apple guida l’indice al ribasso

I titoli tecnologici hanno mostrato una crescente suscettibilità al cambiamento del sentiment all’interno del settore. Il divieto cinese sull’uso degli iPhone da parte del governo e le voci di divieti più ampi hanno causato un forte calo delle azioni del produttore di telefoni, gravando sul resto del settore tecnologico. Anche i titoli tecnologici sono in difficoltà alla luce dei forti dati economici statunitensi che minacciano di costringere la Federal Reserve ad aumentare nuovamente i tassi di interesse prima della fine dell’anno.

F2)

Il grafico giornaliero del Nasdaq rivela la recente direzione ribassista dopo aver fallito nel ripetere il test della linea di tendenza a lungo termine (ex supporto, ora resistenza). L’indice ha superato la media mobile semplice a 50 giorni iniziando la giornata con una nota negativa, per poi risalire in seguito.

14.687 è il livello di supporto successivo nel caso in cui ci sia una chiusura inferiore a 15.285 e alla media mobile semplice a 50 giorni. Tuttavia, una chiusura sopra

15.285 mantiene viva la speranza rialzista e potrebbero estendere il movimento avvenuto dal minimo del 18 agosto.

F3) Grafico giornaliero del Nasdaq 100

Luis Carlos Marin Pinzon

Ingegnere industriale alla “Universidad de América” in Colombia, Senior Trade Analyst con oltre 3 anni di esperienza in operazioni e analisi di mercato. Ha conseguito corsi certificati in Trading Professionale e Trading in Borsa, Gestione e Amministrazione di Portafogli nella Borsa Valori Colombiana (BVC), Principi di Investimento, Fondamenti di ETF, Analisi Tecnica Avanzata nel Gruppo Messicano Stock Exchange (GBM) e Fondamenti di Trading e Strategie Avanzate di Trading presso il Market Traders Institute (MTI).