Quando i compratori non riescono a rialzare la testa: il rimbalzo del gatto morto

Ultima ora

Eurodollaro, il massacratore di conti

Plauso della pazienza L’eurodollaro è il cambio di riferimento più negoziato a livello mondiale. Dominato da due grandi banche centrali, oggetto di...

I cinesi esultano, attenzione

Prima regola non perdere. Difenditi.   Il Payroll americano, annunciato di giovedì anziché di venerdì, per la festività dell’Indipendenza americana, ha...

Scelti per te

Procedure di Risoluzione di una Controversia

Cosa fare in caso di controversie con una banca o un broker? Molti problemi potrebbero già essere evitati con una...

Klaus Walczak Maestro dei brevetti

Klaus Walczak Klaus Walczak è gestore di fondi presso ARIAD Asset Management ad Amburgo. La società è specializzata in strategie...

LA STRUTTURA DELLA TENDENZA GLOBALE È IL MIO SEGNALE

Daniel Haase Nel 2010 Daniel Haase gestiva un proprio fondo azionario insieme ai suoi colleghi. L’anno precedente, il suo sistema...

Riceviamo da Money.it e pubblichiamo per i nostri lettori

La rassegna sui modelli grafici svolta a cura di Money.it prosegue con una situazione piuttosto comune dopo forti movimenti ribassisti: il rimbalzo del “gatto morto”.

Come detto prima, la principale affinché si verifichi il rimbalzo del “gatto morto” è un intenso impulso discendente: a questo punto, i corsi iniziano a mettere a segno un rimbalzo (che può anche essere esteso e violento, anche se sempre più debole rispetto al principale).

Dopo aver messo a segno questo tentativo di ripartenza, le quotazioni proseguono la tendenza ribassista.

Di fatto, si tratta di un rimbalzo tecnico, dovuto perlopiù alle prese di beneficio degli operatori che fino a quel momento avevano assunto una posizione ribassista.

Questa condizione non è facilmente verificabile in corso di formazione. Per questi motivi, ci si può aiutare osservando la struttura delle candele della ripartenza, che dovrebbero evidenziare un progressivo deterioramento (contrazione dei corpi, presenza più elevata di ombre, ecc.).

A livello numerico, un esempio lo presenta Thomas N. Bulkowski nel suo sito: il ribasso iniziale è identificato in una discesa del 31% dei prezzi dell’asset osservato ed è molto veloce (7 sedute). Il rimbalzo è più lento, si sviluppa in media in 23 giorni ed è pari ad un rialzo del 28%. La discesa prosegue infine con un declino del 30%, sviluppato in media in 49 giorni. Di fatto, con la discesa al di sotto dei minimi del movimento principale si avrà una conferma della continuazione del downtrend.

Dalla Redazione di TRADERS’ Magazine

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, cartacea o Twin (cartacea+digitale) di TRADERS’ Magazine

Webinar

UniCredit

Happy borsa

Directa

Articoli Correlati