Riceviamo da Money.it e pubblichiamo per i nostri lettori

La trattazione dei pattern a candele a cura di Money.it prosegue con un modello di continuazione a cinque barre: il Mat hold. Questa formazione indica che il trend in corso potrebbe essere pronto a continuare.

Il Mat hold bullish inizia con una Marubozu positiva, in linea con l’uptrend in corso. La seconda barra del modello apre in gap up, chiudendo in area di minimi. Le successive due sedute proseguono il ribasso, senza però evidenziare troppa enfasi da parte dei venditori. L’ultima candela della formazione grafica conferma la forza dei compratori, che riescono a dare vita a una seconda Marubozu positiva.

Dal punto di vista operativo, si potrà entrare long alla rottura dei top del modello, avendo cura di inserire uno stop loss al di sotto del minimo della quarta seduta. Per quanto concerne il take profit invece, questo sarà calcolabile con un rapporto di rischio/rendimento di 1:1,25.

Per quanto riguarda la versione ribassista del pattern invece, il Mat hold bearish inizia con una Marubozu negativa, sintomo di forte debolezza del downtrend in essere. La seconda candela del modello apre in gap up e chiude in area di massimi di seduta. Le successive due sessioni di contrattazioni continuano l’ascesa, senza però mettere in luce nessuna forza del fronte ribassista. Con l’ultima barra i venditori tornano alla ribalta, effettuando una nuova Marubozu che segna nuovi minimi di periodo.

Operativamente, si potrà entrare short alla rottura dei minimi dell’ultima barra, con stop loss posti al di sopra dei top della terza e take profit calcolabile con un rapporto di rischio/rendimento di 1:1,25.

In generale, se si usa la tecnica della compressione del pattern, si vedrà che entrambi questi modelli diventano una singola barra Marubozu. In questo senso, si potrebbe migliorare il punto di entrata attendendo il ritracciamento del 50% dell’ultima candela del pattern.

Dalla Redazione di TRADERS’ Magazine