Le trendlines: come identificarle all’interno di un grafico

Ultima ora

Il portafoglio del buon Padre di famiglia

Una storia che deve finire   I mercati sono fenomeni complessi da interpretare. Più che cercare di prevederli, vanno...

Pierino e l’America Great Again

Grande, grande, grande Donald Trump è andato in visita alla fabbrica della Ford. Difficile pensare a qualcosa di più americano della...

Scelti per te

Performance Booster: successo con la gestione tattica del rischio ( 2 Parte )

Il prossimo passo evolutivo per i daytrader Nella prima parte della nostra serie di strategie di attacco (TRADERS´ 07/2019; disponibile...

NUOVA GESTIONE DEL RISCHIO PER TRADER

Terza generazione di RMS: meno rischio e più ritorni   Successo con la strategia del piano di attacco Ogni trader con l’esperienza...

Questi sono i sette migliori indicatori e strumenti

Trend-trading di successo Nel trading, è molto importante saper leggere la struttura del mercato, lo stato emotivo e l'equilibrio tra...

Riceviamo da Money.it e pubblichiamo per i nostri lettori

La trattazione degli argomenti di analisi tecnica svolta a cura di Money.it prosegue con le trendline (o linee di tendenza).

Questi segmenti sostengono l’andamento rialzista o ribassista dei prezzi, e si disegnano collegando due (o più) massimi decrescenti o minimi crescenti. Quando una tendenza delle quotazioni inizia a prendere piede infatti, il suo andamento tende ad essere costante. Tanto più una trendline sarà estesa nel tempo, più questa sarà importante.

Un altro elemento da tenere in considerazione è l’angolatura della trendline, la quale esprime l’entità della pressione in acquisto o in vendita del mercato. Una linea di tendenza troppo ripida indica solitamente dei movimenti dettati dall’euforia (in caso di andamento ascendente) o dalla paura (in caso di andamento discendente). Spesso, questo genere di movimenti è di breve durata.

Dal punto di vista operativo, si possono utilizzare i supporti dinamici per valutare strategie di natura long basate sulla tenuta della linea e puntando quindi ad un rimbalzo delle quotazioni. Al contrario, in caso di rottura della trendline (breakout) si potranno implementare strategie di natura short mirando all’inversione dell’uptrend in corso.

Per le trendline discendenti vale invece il contrario.

Dalla Redazione di TRADERS’ Magazine

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, cartacea o Twin (cartacea+digitale) di TRADERS’ Magazine

Webinar

UniCredit

Happy borsa

Directa

Articoli Correlati