Vogliamo esserti sempre vicino e il nostro Customer Care risponde 24 ore 365 giorni l'anno. Per i tuoi quesiti di Cultura Finanziaria o per raccontarci la tua esperienza di trader o investitore chiama 0230332800 oppure manda un sms o un whatsapp al 3208756444 o manda una email a info@traders-mag.it

Tecnologia che fa rima con tradizione

Newsletter del settimanale

Ultima ora

Scelti per te

Solo per condividere.

Forse perché, nella mia vita personale, IBM è stata fondamentale per la mia formazione … ma quando penso ad un titolo tecnologico, non mi viene in mente Meta (facebook) o Netflix, ma IBM.

E sì che IBM non è quotata al Nasdaq, ma nella aristocrazia del Dow Jones Industrial Average. Dal 1979, per l’esattezza.

Quest’anno abbiamo assistito al martirio del settore tecnologico.

IBM è un titolo da portafoglio. Fa parte dei Dividend Aristocrats, e non si dimentica mai degli azionisti.

Tre anni fa IBM fece un acquisto di grande portata strategica: Red Hat, il principale fornitore mondiale di soluzioni open source per le imprese.

IBM ha una capacità strategica brillante di acquisizione clienti: e aiuta aziende e governi, oggi, a riconfigurare i dipartimenti IT per l’era del cloud.

Gli investimenti fatti da IBM per rendere veloci, efficienti e soprattutto sicure le soluzioni in cloud hanno portato l’azienda a risultati straordinari.

I ricavi del secondo trimestre nel 2022 sono aumentati del 9%, a 15,5 miliardi di dollari. L’utile per azione è aumentato di quasi l’80%: entrambi i numeri sopra le aspettative.

La guerra in Ucraina e il forte apprezzamento del dollaro sono state negative per IBM, che è dovuta uscire da operazioni redditizie in Russia.

Famosa per la sua straordinaria abilità di riorganizzarsi, ristrutturarsi, riconfigurarsi, IBM ha scorporato alcune operazioni in declino e raddoppiato le aree di crescita, quali la blockchain, l’Internet industriale, il cloud computing e l’Intelligenza Artificiale.

Tecnologie che permettono ai clienti di IBM di aumentare la propria capacità innovativa, la produttività e la resilienza, riducendo il costi e alimentando la crescita.

Il 35% delle aziende americane, secondo un recente sondaggio, utilizza una qualche forma di Intelligenza Artificiale nelle proprie attività: essa consente a computer, robot e altri dispositivi di imitare la percezione, l’apprendimento, la risoluzione di problemi e il processo decisionale della mente umana.

IBM è leader in tale settore: le applicazione di intelligenza artificiale vengono utilizzate per il riconoscimento vocale, l’elaborazione del linguaggio, la prevenzione di virus e spam, le tecnologie legate ai piloti automatici, il riconoscimento delle immagini, i consigli in tempo reale e le negoziazioni di trading sul mercato azionario.

La strategia di IBM non è di vendere hardware e software ma di stringere una relazione con l’azienda cliente, per guidarla affinché possa navigare con successo nel futuro della tecnologia.

La visione del futuro di IBM è straordinaria: da molti anni, ha investito in informatica quantistica, una tecnologia fra le più dirompenti di tutti i tempi.

I semiconduttori stanno raggiungendo un limite fisico. Semplicemente non possono diventare molto più piccoli di come sono.

I computer di IBM capaci di utilizzare la fisica quantistica, invece dei tradizionali semiconduttori, hanno una potenza di elaborazione e capacità di prestazioni molto maggiori.

IBM presenterà il primo sistema di questo tipo entro la fine di quest’anno.

Alle prestazioni fulminee, la crittografia quantistica rappresenterà anche un enorme balzo in avanti nella sicurezza informatica, un’altra area dove IBM è destinata a diventare leader mondiale.

IBM ha acquisito di recente Randori, fornitore leader di sicurezza informatica, e l’acquisto fa seguito a quello di ReaQta, avvenuto l’anno scorso, specialista in soluzioni di rilevamento delle minacce informatiche.

IBM quota 13 volte gli utili, a valore attuale. Il suo dividendo è destinato ad aumentare, come ogni anno negli ultimi 27 anni.
Ha toccato minimi importanti a luglio, da cui sta recuperando.

IBM è stato, alle volte, un titolo nel mirino di Daniele Lavecchia: che è il protagonista di un imperdibile webinar di grande Cultura, dove rivela alcune caratteristiche, del tutto inedite, del suo sistema di trading con il quale sviluppa i segnali operativi di Zenith, ovvero, come fare trading sui titoli azionari usando le opzioni.

Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

P.S.: Non è un consiglio di acquisto. Solo una condivisione di un titolo di una azienda che ho sempre apprezzato e che merita di avere un posto in portafoglio o di farne oggetto di attenzione per il trading.

Nel webinar, troverai alcune osservazioni strategiche fondamentali derivanti dal modello di Wyckoff: clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

Ora c’è www.segnalidiborsa.com , la tua WebinarTV 24 ore, 365 giorni l’anno. È gratis, c’è sempre, quando tu lo vuoi e ti informa con un canale telegram di ogni nostro webinar che viene annunciato o pubblicato.

Hai quattro webinar contemporanei costantemente in onda, puoi scegliere i webinar in archivio per argomento, o ascoltare i nostri interventi dove siamo ospiti di altri.

Iscriviti al canale, sarai sempre sintonizzato con noi:

è un portale dell’Istituto Svizzero della borsa

 

 

Maurizio Monti

  Editore Istituto Svizzero della Borsa

Articolo precedenteS&P500: una chiusura da brivido
Articolo successivoIl Paradosso del Lampione

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, di TRADERS’ Magazine

Webinar: clicca per iscriverti gratis

Articoli Correlati