Questa settimana non ho molto da dire, il detto: un grafico vale molto di più di mille parole mi si addice.

Non allego grafici ma tabelle. In poco spazio raggruppo una valanga di informazioni. Sono 60 titoli sul NYSE che sono in area long del “Tik Tok”. Non sono segnali di ingresso “secchi” ma sono da interpretare quali titoli individuare come possibili operazioni rialziste (da portafoglio e non da scalping) e con i relativi prezzi di ingresso (colonna “Lg”, io uso cambio colore barre Heikin Ashi per ingresso) e di stoploss (colonna “Bot”).

F1) Nyse1

I primi 30 titoli sul Nyse che sono in area Tik Tok, per operazioni rialziste in ottica di portafoglio. Fonte: dati Bull & Bear Finance

 

F2) Nyse2

Seconda parte dell’elenco titoli Nyse in area Tik Tok long. Fonte: dati Bull & Bear Finance

Bene direi che ce n’è da sbizzarrirsi. Potete andare a cercare il/i titoli che possono interessarvi e seguirli più da vicino. E poi ci vuole un po’ di pazienza! E’ per operazioni in ottica di portafoglio di breve/medio periodo. Breve, intendo nell’arco di 1 mesetto, medio da 1 a 6 mesi.

Diamo infine un’occhiata al nostro fibbetto!

 

F3) Fib

Fib daily, in evidenza il canale rialzista in corso. Fonte: dati Bull & Bear Finance.

 

Il Fib è quasi arrivato al target naturale dato già parecchio tempo fa, 21400.

Questa settimana appena conclusa l’hanno portato a toccare 21000. Ora uno storno ci può stare, magari anche abbastanza importante in quanto siamo saliti da 17700 quasi diretti. Un atterraggio fino a 20000 non preoccupa ma è sotto a 20000 che la cosa ci dovrebbe allertare. Quello che è certo è che attualmente comunque rimaniamo in una struttura del trend a rialzo. Il suo cambiamento avverrà a prezzi decisamente più bassi che allo stato attuale delle cose sembra un po’ improbabile che ci vadano a testarlo ma ho imparato a non dare mai niente per scontato per cui come detto 20000 è il nostro punto ALERT per mantenere nel mirino il T1 a 21400. Sotto 20000 sarei più per starmene flat e osservare!

Anche questa settimana di lavoro ne avremo. Anticipo già che nel prossimo articolo ci saranno le tabelle Tik Tok sui titoli delle maggiori piazze europee, così avremo concluso la carrellata sui principali mercati azionari.

I segnali Tik Tok durano parecchio tempo per cui non c’è fretta!

Bruno Prelli

Bruno Prelli, mi avvicino ai mercati finanziari nel 1993 che da allora seguo costantemente e opero per gestire i miei investimenti. Ho partecipato a diversi concorsi fra cui le 2 edizioni della TRADERS’ Cup ottenendo un secondo posto nel 2014 sulle azioni e il primo posto nell’edizione 2015 sezione algotrading. Seguo costantemente i future sugli indici azionari e sulle azioni italiane. Attivo sui social o tramite il mio canale www.privatetrading.it