Vogliamo esserti sempre vicino e il nostro Customer Care risponde 24 ore 365 giorni l'anno. Per i tuoi quesiti di Cultura Finanziaria o per raccontarci la tua esperienza di trader o investitore chiama 0230332800 oppure manda un sms o un whatsapp al 3208756444 o manda una email a info@traders-mag.it

Quei 90 pips su Euroyen

Newsletter del settimanale

Ultima ora

Scelti per te

Entra dalla porta principale

Più volte abbiamo parlato dei livelli statistici basati sul multiplo o sottomultiplo del 12,50% del range.

Come noto, ho attribuito sempre all’87.50% del range, cioè 7 volte il 12,50%, o, se preferisci, 100 – 12,50%, una rilevante importanza nell’analisi dei grafici.

Euroyen non fa eccezione all’applicazione di tale possibilità interpretativa del suo grafico, che, ricordiamo, nelle nostre regole, può essere applicato a qualunque time-frame.

Nel time frame settimanale, nondimeno, Euroyen ci ha riservato due sorprese interessanti, che abbiamo poi riscontrato in talune altre valute e sottostanti diversi.

Andiamo in analisi e cerchiamo di capire la sorpresa di cui sto parlando.

Nella prima settimana di giugno 2015, Euroyen registrava un top importante a 136.45. Iniziava una lunga discesa, che lo portava, l’anno seguente, sempre in giugno, a toccare 109.20.

Se disegniamo il range di tale massimo-minimo, con il nostro metodo, ci accorgiamo che la salita successiva si è fermata a fine gennaio 2018 all’87.50% del range, con minima approssimazione dovuta alla naturale volatilità.

A quel punto, il minimo 2016 con il gennaio 2018 diventava il nuovo range da disegnare.

La discesa successiva, conclusasi nell’aprile del 2020 a 114.40, in piena ripresa successiva alla crisi del covid, si concludeva nell’area del 12.50% del range, ma con una approssimazione molto ampia di circa 90 pips. Un po’ troppi, circa il 3.8% del range complessivo.

Ovviamente non tutti i movimenti si concludono all’87.50% o al 12.50% del range. Ma quello che è particolare è quanto accaduto dopo.

Euroyen dal minimo dell’aprile 2020 è tornato a salire fino a fine maggio 2021, toccando 134.12, livello dal quale è cominciato un movimento in discesa.

Ora, 134.12 è 90 pips sotto (circa) l’87.50% del range gennaio 2018 – aprile 2020.

Cioè ad una coperta corta nell’inversione short-long di aprile 2020 è seguita una coperta corta in modo simmetrico nell’inversione long short, avvenuta di recente a fine maggio 2021.

Tale comportamento simmetrico è rilevabile in molte occasioni sul mercato, con diversi strumenti e diversi time frame.

I modelli di trading che possono essere sviluppati sull’87.50% e il 12.50% del range sono molteplici. Tale particolarità può essere tenuta in considerazione come una tendenza alla simmetria, nel calcolare eventuali target futuri.

In Forex Delizioso, vengono applicati alcuni modelli strategici basati su tali livelli probabilistici. In un imperdibile webinar in multiedizione, abbiamo illustrato la logica di alcune operazioni effettuate ed altre che stiamo monitorando.

Puoi vedere l’importanza di più modelli strategici insieme applicati ad un vero portafoglio di forex: nulla che puoi trovare altrove, tanto che puoi trovare da noi. Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

 

P.S.: Le simmetrie sul mercato vanno prese con le pinze. È vero. La rilevanza statistica dell’87.50% del range, peraltro, è tutta basata sull’analisi grafica da parte degli investitori. È assolutamente possibile quindi che una “approssimazione” di valutazione che avviene in una direzione possa avvenire in modo simmetrico nell’altra.

Entra dalla porta principale nel mondo del forex, clicca per iscriverti.

Maurizio Monti

 

Editore La Mela Deliziosa

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, cartacea o Twin (cartacea+digitale) di TRADERS’ Magazine

Webinar: clicca per iscriverti gratis

Articoli Correlati