Riceviamo da Money.it e pubblichiamo per i nostri lettori

L’approfondimento sui patern andlestick a cura di Money.it prosegue con un modello formato da due candele due barre capaci di segnalare il possibile esaurimento del trend ascendente o discendente che aveva caratterizzato il movimento dei prezzi di borsa dell’attività finanziaria analizzata. Si tratta del Matching high e del Matching low.

Il Matching low

Il Matching low segnala che il downtrend in atto è prossimo all’esaurimento. L’identificazione è molto semplice in quanto, nel corso di un downtrend, viene formata una barra negativa. La seduta successiva apre in lap up ma i venditori riescono a dominare la sessione, facendo segnare una chiusura al medesimo livello dell’open della candela precedente.

Come sfruttarlo operativamente
Si potrà entrare long quando i prezzi riusciranno a portarsi al di sopra dei top della prima barra: in questo modo infatti, la validità del supporto di breve termine, localizzato sui minimi del modello, sarà maggiore. Lo stop loss andrebbe posto al di sotto dei lows della conformazione, mentre l’obiettivo di prezzo potrebbe essere calcolato con un rapporto di rischio rendimento di 1:1,25.

Il Matching high

Il Matching high segnala invece il possibile esaurimento dell’uptrend in corso. In questo caso, dopo una barra positiva in linea con la tendenza dominante, i corsi aprono in lap down, per poi riprendersi ed effettuare una chiusura al medesimo livello dell’apertura della sessione precedente.

Come sfruttarlo operativamente
Nel momento in cui verranno rotti i minimi del pattern si potrà entrare short con stop loss posto al di sopra dei top della formazione. L’obiettivo di prezzo anche qui può essere calcolato con un rapporto di rischio/rendimento di 1:1,25.

Matching high e Matching low: quando l’incontro tra open e close indica l’esaurimento del trend

L’approfondimento sui pattern candlestick a cura di Money.it prosegue con un modello formato da due candele due barre capaci di segnalare il possibile esaurimento del trend ascendente o discendente che aveva caratterizzato il movimento dei prezzi di borsa dell’attività finanziaria analizzata. Si tratta del Matching high e del Matching low.

Il Matching low

Il Matching low segnala che il downtrend in atto è prossimo all’esaurimento. L’identificazione è molto semplice in quanto, nel corso di un downtrend, viene formata una barra negativa. La seduta successiva apre in lap up ma i venditori riescono a dominare la sessione, facendo segnare una chiusura al medesimo livello dell’open della candela precedente.

Come sfruttarlo operativamente
Si potrà entrare long quando i prezzi riusciranno a portarsi al di sopra dei top della prima barra: in questo modo infatti, la validità del supporto di breve termine, localizzato sui minimi del modello, sarà maggiore. Lo stop loss andrebbe posto al di sotto dei lows della conformazione, mentre l’obiettivo di prezzo potrebbe essere calcolato con un rapporto di rischio rendimento di 1:1,25.

Il Matching high

Il Matching high segnala invece il possibile esaurimento dell’uptrend in corso. In questo caso, dopo una barra positiva in linea con la tendenza dominante, i corsi aprono in lap down, per poi riprendersi ed effettuare una chiusura al medesimo livello dell’apertura della sessione precedente.

Come sfruttarlo operativamente
Nel momento in cui verranno rotti i minimi del pattern si potrà entrare short con stop loss posto al di sopra dei top della formazione. L’obiettivo di prezzo anche qui può essere calcolato con un rapporto di rischio/rendimento di 1:1,25.

Dalla Redazione di TRADERS’ Magazine