Il Grande Caos di maggio 2023

0
41

Lo scoppio improvviso.

“The Sun Also Rises” (“Il sole sorgerà ancora”) è il primo libro scritto da Ernest Hemingway.

Nella trama, piuttosto articolata, si parla, fra l’altro, di un gruppo di amici che decide di fare una vacanza in Spagna, sui Pirenei occidentali, e con l’occasione di vedere le corride di Pamplona nel giorno di San Firmino. Succede di tutto, e la vacanza diventa un momento di sfogo per lasciarsi andare, una sorta di tutti contro tutti e di tentativi di autoaffermazione.

Ad uno dei protagonisti, lo scozzese Mike Campbell, che aveva avuto delle pesanti disavventure finanziarie, viene chiesto come sia andato in bancarotta.

“Two ways,” Mike said. “Gradually and then suddenly.” “in due modi, rispose Mike, gradualmente e poi all’improvviso”.

Sul Wall Street Journal del 25 gennaio scorso, l’editorialista William A. Galston cita questo dialogo tratto dal libro di Hemingway per rappresentare il rischio che gli Stati Uniti stanno correndo.

Il giorno dopo, il 26, sullo stesso giornale, Daniel Henninger torna sull’argomento del debito americano, nel modo seguente (libera traduzione mia):
“Il problema chiave non è il massimale del debito, ma la cifra fantastica del tetto del debito: circa 31,4 trilioni di dollari.” E ancora:
“E’ opinione di questo Presidente che 31 trilioni di dollari di debito non contino, che 400 miliardi per il pagamento di interessi non abbiano importanza”. E conclude:
“Joe Biden ha promesso normalità. Questa spesa non è normale e il popolo americano lo sa bene”.

Gli americani ci hanno abituato sempre a dimensioni fantasiose, della loro genialità e dei loro problemi.

In sé, un debito gigantesco non sarebbe un problema a due condizioni: che i creditori continuino ad avere fiducia e che la gestione da parte del debitore non sia compromessa da dissidi interni.

E’ evidente che questa ultima condizione può trasformarsi in un rischio concreto per gli Stati Uniti nei prossimi mesi. Il tetto del debito deve essere ridiscusso dal Congresso. Un Congresso ora in mano alla parte avversa al Presidente.

Un ostruzionismo repubblicano alla espansione del debito può creare, e con tutta probabilità creerà, un allungamento dei tempi per definire il nuovo tetto.

E se i creditori diventassero nervosi, o addirittura la situazione dovesse degenerare in una difficoltà oggettiva da parte del governo americano a pagare gli interessi, per stallo dell’amministrazione finanziaria, le conseguenze potrebbero essere gravi.

La mano e la fantasia di Hemingway hanno fatto a dire a Campbell una verità in due parole: un fallimento avviene gradualmente e poi all’improvviso.

Il castello di carte, a un certo punto, crolla rapidamente. I sub-prime sono un esempio molto brillante di come una strategia sbagliata moltiplichi gradualmente il rischio fino allo scoppio, che diventa improvviso.

Il debito americano è diretto verso esagerazioni difficili da prevedere. Tutto è avvenuto gradualmente. Speriamo di non vedere la seconda fase delle parole di Campbell. I prossimi mesi ce lo diranno.

Dalle nostre analisi sul timing di questo tipo di rischio, saremo molto attenti ai mesi di maggio e giugno. In particolare dalla seconda metà di maggio.

Se anche febbraio ritraccia un po’, o anche molto, c’è tempo per andare al rialzo nei mesi tradizionalmente migliori, soprattutto dalla seconda metà di marzo e aprile. Ma attenzione a maggio.

Ne riparleremo, su queste colonne, con altri particolari, man mano che si sviluppano.

Questa settimana, attenzione, invece, alla FED, l’1 febbraio, e alla BCE il 2 febbraio.

Sul nostro canale webinar, trovi un grande momento di grande Cultura finanziaria: due strategie operative in opzioni con esempi in diretta, la loro interazione, i loro risultati, la grande potenzialità di utilizzare le opzioni proprio in questo momento particolare del mercato.

Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

 

P.S.: E’ il grande momento per fare tua la cultura delle strategie in opzioni con un metodo semplice, comprensibile, alla portata di tutti, fatto di controllo rigoroso del rischio e grande opportunità e costanza di profitto.

Vieni nel mondo vero delle opzioni, clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

Ora c’è www.segnalidiborsa.com , la tua WebinarTV 24 ore, 365 giorni l’anno. È gratis, c’è sempre, quando tu lo vuoi e ti informa con un canale telegram di ogni nostro webinar che viene annunciato o pubblicato.

Hai quattro webinar contemporanei costantemente in onda, puoi scegliere i webinar in archivio per argomento, o ascoltare i nostri interventi dove siamo ospiti di altri.

Iscriviti al canale, sarai sempre sintonizzato con noi:

è un portale dell’Istituto Svizzero della borsa.

 

 

 

Maurizio Monti

  Editore TRADERS’ Magazine Italia