Li hai mai incontrati?

Ti sei mai chiesto se ci fosse una ragione per cui la Disney ha utilizzato più volte la fiaba di Pinocchio per i suoi prodotti, film e cartoni animati?

Collodi ha fatto centro con un personaggio che non poteva non rimanere nel nostro immaginario e la Disney ha certamente giocato su questo.

Ma, ancora di più, Pinocchio, in realtà, siamo tutti noi. E quando andiamo sui mercati siamo più che mai dei Pinocchio.

Mi spiego meglio. Pensa al gatto e la volpe che inducono Pinocchio a mettere gli zecchini sotto terra in modo da far crescere l’albero di zecchini, per poi rubarglieli.

Alle volte, noi facciamo esattamente così. Piantiamo zecchini, che puntualmente perdiamo, ritenendo di voler far crescere qualche cosa che non esiste, l’albero degli zecchini, appunto.

Albero che dovrebbe arricchirci, costituire la svolta certa, annientare le nostre sofferenze, se ne abbiamo, ricrearci a nuova vita. Ma l’albero degli zecchini purtroppo non c’è.

Il dolore di Pinocchio accorgendosi di avere perso gli zecchini d’oro è il nostro dolore. È il dolore delle nostre delusioni: e anche se Collodi o la Disney non pensavano al trading, di certo puntavano a far identificare i lettori ed ascoltatori nel personaggio Pinocchio.

Dove voglio arrivare?  Il mondo della finanza operativa è pieno di gatti e volpi. E anche di Pinocchio.

C’è un solo modo per essere differenti: per non cadere nelle trappole dei primi e non fare la figura del secondo alle prese con i primi.

È fare esattamente come ha fatto Pinocchio, quando ha compreso dove aveva sbagliato.

Salvarsi dalla balena, nuotare, nuotare, nuotare e capire che solo la disciplina e l’approccio corretto può dare un risultato. E non l’albero degli zecchini.

Ho voluto illustrarti un metodo che non è l’albero degli zecchini, ma è esattamente ciò che ti serve per avere un ottimo risultato costante di profitto. E non piantando zecchini, ma proprio con la disciplina e l’applicazione sistematica.

Te lo mostra un grande professionista del trading, che ho invitato apposta su Traders’ Webinar martedì 3 dicembre scorso.

È Francesco Lamanna, e il metodo è il Vedaforex, sul quale abbiamo costruito corsi di formazione e servizi che hanno riscontrato una grande approvazione da parte del Pubblico.

Vedrai concretamente come da un punto di inizio di un qualsiasi time frame (e tu chiederai: come è stato calcolato quel punto?), si può sviluppare un sistema di trading che produce operazioni a ripetizione, con il loro stop loss, con il loro target e una profittabilità spaziale.

Toccherai con mano, ancora una volta, come la scienza e la statistica sono l’unico modo di affrontare i mercati. E arricchirai la tua Cultura finanziaria di un altro importante tassello.

Clicca per iscriverti e vedere la registrazione: condividi con noi l’emozione della Cultura di altissimo livello.

P.S.: Hai incontrato nella tua vita il gatto e la volpe? Penso di sì, come me e come tutti. Il problema non è che loro esistono. Quello che devi fare tu è non cadere nella trappola come Pinocchio. Il quale, un bel giorno, si è convinto ad andare a scuola, ad imparare e a non cercare scorciatoie. A impegnarsi. Il trading altro non è: impegno, conoscenza e cultura verso un obiettivo di profitto. Senza illusioni, con la coscienza e la costanza del sacrificio, del focus, dell’attenzione, della determinazione. Lacrime e sangue, quindi? Sì, qualche cosa di simile. Ma una siderale soddisfazione finale. Che dà il significato e fa valere la pena a tutto. Ecco perché ti occorrono i nostri webinar. Perché ne vale la pena.
Clicca per iscriverti vedere la registrazione.

Maurizio Monti

 

Editore TRADERS’ Magazine Italia