Vogliamo esserti sempre vicino e il nostro Customer Care risponde 24 ore 365 giorni l'anno. Per i tuoi quesiti di Cultura Finanziaria o per raccontarci la tua esperienza di trader o investitore chiama 0230332800 oppure manda un sms o un whatsapp al 3208756444 o manda una email a info@traders-mag.it

Che cos’è una Borsa?

Newsletter del settimanale

Ultima ora

Scelti per te

FONDAMENTALI DEL MERCATO AZIONARIO – PARTE 1

Nella nostra serie di articoli sulle basi del mercato azionario, vogliamo mostrarti le basi del trading e della Borsa. Iniziamo con la domanda di base su cos’è una Borsa, perché esiste e come è organizzato il trading.

Domanda e offerta
Una borsa valori è un mercato organizzato in cui gli strumenti finanziari sono negoziati secondo regole stabilite. Titoli come azioni, obbligazioni, valute o persino merci possono essere utilizzati come strumenti. Per una comprensione di base del termine mercato azionario, inizialmente è irrilevante immaginare quali siano questi titoli. In caso di dubbio, supponi che vengano scambiate delle mele.
Il compito centrale della borsa è riunire domanda e offerta e determinare continuamente il prezzo dei beni scambiati. Questo è tradizionalmente fatto dagli agenti di cambio durante gli orari di apertura della borsa. Il prezzo del rispettivo strumento è derivato dai prezzi e dalle quantità disponibili sul lato della domanda e dell’offerta del cosiddetto order book. Quindi, quando la domanda di mele è alta e l’offerta è bassa, gli acquirenti tenderanno a essere disposti a pagare prezzi più alti e i fornitori possono a loro volta chiedere prezzi più alti.
Senza la forma organizzativa della borsa, la negoziazione avverrebbe in modo caotico e inefficiente in molte singole realtà locali, ciascuna con pochi partecipanti al mercato.

Numeri di identificazione dei titoli
Gli strumenti finanziari negoziati in borsa di solito passano prima attraverso una procedura di ammissione. In Germania, alle azioni di una società come Siemens viene assegnato un numero di identificazione titoli (WKN) molto specifico, che le rende identificabili in modo univoco. L’azione Siemens ha il WKN 723610. Quindi, se vuoi scoprire il prezzo dell’azione, puoi inserire il suo nome o il WKN su un sito Web con informazioni finanziarie o semplicemente cercare su Google. Inoltre, tutti gli strumenti finanziari hanno un ISIN (International Securities Identification Number). Questo numero consente anche l’identificazione univoca in tutto il mondo. Nel caso di Siemens, questo sarebbe DE0007236101.

Trading OTC
Oltre al trading in borsa, c’è anche il trading fuori borsa non organizzato e non regolamentato (over-the-counter, o mercato OTC in breve). Ad esempio, le valute (Foreign Exchange Market, o Forex in breve) non vengono scambiate in borsa, ma OTC. Il trading su borse regolamentate ha il vantaggio rispetto ai mercati OTC di essere supervisionato da un regolatore di borsa. Interviene quando le regole stabilite non sono osservate da trader o broker. Altri vantaggi degli scambi in Borsa sono l’elevata trasparenza del mercato e normalmente un’elevata liquidità. Quest’ultima cosa significa che c’è sempre abbastanza domanda e offerta in modo da poter acquistare e vendere i tuoi strumenti finanziari in qualsiasi momento. Il trading tramite una borsa valori regolamentata dovrebbe anche offrire protezione contro la manipolazione dei prezzi e garantire prezzi equi. Nel trading over-the-counter, queste cose non devono necessariamente essere così. In cambio, risparmi sulle commissioni di cambio e benefici di un’elevata flessibilità.

Tipi di Borse
Le borse sono organizzate in due modi diversi: trading floor e borse informatiche. I floor exchange sono Borse, note anche come trading floor, in cui i broker sono presenti personalmente in determinati orari e le transazioni vengono solitamente concluse su richiesta o per mezzo di un sofisticato sistema di segnali manuali. I broker presenti si impegnano nel trading proprietario (per proprio conto) o agiscono per conto dei clienti. Il trading floor è disponibile, ad esempio, alla Borsa di New York, al Chicago Board of Trade e al London Metal Exchange. Al contrario, nel trading online i computer assumono in gran parte il lavoro dei broker. La borsa informatica è un sistema puramente elettronico per l’elaborazione delle transazioni di borsa. Non c’è comunicazione o interazione visiva tra i partecipanti al trading. Le borse elettroniche eseguono l’elaborazione delle transazioni in modo completamente indipendente se sono disponibili ordini di acquisto o vendita adeguati. L’analisi del portafoglio
ordini elettronico consente ai trader un elevato livello di trasparenza durante il trading. Uno svantaggio di questi sistemi è che gli ordini a volte vengono eseguiti in più parti, il che può portare a un aumento delle commissioni di trading. La prima borsa valori completamente elettronica in Germania è stata la Deutsche Terminbörse (DTB), aperta nel 1990. Le piattaforme di trading automatizzate più conosciute in Germania sono Xetra, Eurex e Tradegate. Le Borse online più note all’estero includono il Nasdaq, fondato nel 1971, e il Chicago Mercantile Exchange (CME). Quelle citate sono solo una piccola parte delle borse elettroniche mondiali, poiché esse sono in continua espansione e stanno gradualmente sostituendo le borse valori di base.

Conclusione
In borsa si coordinano domanda e offerta di strumenti finanziari e si determinano i prezzi corrispondenti. Nel complesso, si consiglia di fare trading su una borsa regolamentata, soprattutto ai principianti. Mentre le negoziazioni avvenivano nelle Borse oradinarie, oggi quasi l’intero volume degli scambi viene elaborato tramite computer.

Dalla Redazione di Traders’ Magazine

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, di TRADERS’ Magazine

Webinar: clicca per iscriverti gratis

Articoli Correlati