Vogliamo esserti sempre vicino e il nostro Customer Care risponde 24 ore 365 giorni l'anno. Per i tuoi quesiti di Cultura Finanziaria o per raccontarci la tua esperienza di trader o investitore chiama 0230332800 oppure manda un sms o un whatsapp al 3208756444 o manda una email a info@traders-mag.it

Sulle tracce del clima azionario

Newsletter del settimanale

Ultima ora

Scelti per te

Come ottenere una panoramica delle condizioni di mercato

Le possibilità di ottenere informazioni oggi sono enormi. Anche i trader privati sono in grado di ottenere una panoramica molto buona e completa delle condizioni tecniche dei mercati azionari internazionali. Un approccio collaudato per questo è il ‘clima azionario’ di Ralf Goerke.

“Devo comprare ora o devo aspettare?” Questa è probabilmente una delle domande più frequenti di ogni trader. Anche il contesto azionario generale svolge un ruolo importante nella decisione di investimento. Nelle fasi rialziste, quasi tutti i titoli sono supportati dal clima favorevole e dall’ottimismo prevalente degli investitori, mentre nelle fasi ribassiste pronunciate anche i titoli effettivamente forti sono spesso coinvolti nella spirale al ribasso. Se, come trader di borsa che segue il trend, sei in grado di effettuare una valutazione ragionevole della tua posizione, puoi evitare in questo modo le fasi generalmente deboli del mercato azionario e prendere una pausa dall’investimento fino a quando non si verifica un miglioramento generale nel clima azionario.

Acquisizione ed elaborazione dati
Con potenti programmi di borsa puoi preparare i dati secondo le tue idee. Utilizzando un software di borsa come Tai Pan o Market Maker in combinazione con le opzioni di elaborazione grafica offerte da un programma di calcolo come Excel, è possibile creare analisi significative con solo un piccolo dispendio di tempo. In questo modo si acquisisce una conoscenza interessante della condizione prevalente sul mercato. Nella figura 1 puoi vedere un grafico a barre che ti offre una panoramica completa dei più importanti mercati di investimento a livello mondiale. Vediamo come è stata realizzata la grafica. Dopo aver selezionato i mercati indicati, i titoli quotati in ciascun indice sono valutati secondo criteri tecnici:forza relativa, MACD (Moving Average Convergence/Divergence) e RSI (Relative Strength Index). Se l’indicatore per il titolo è positivo, riceve un punto in più. Si applica il contrario: se l’indicatore è negativo, viene assegnato un punto negativo. In questo modo viene calcolato un punteggio per ogni azione. Se il numero totale di punti è positivo, la quota riceve un 1 (ottimo), se il numero totale di punti è negativo, riceve un 6 (insoddisfacente). Dal momento che avrai ancora familiarità con il sistema dei voti scolastici da “molto buono” (1) a “insoddisfacente” (6) dei tuoi giorni di scuola, la grafica è anche di immediata comprensione per il profano del mercato azionario. Dopo aver calcolato un “voto medio” per ogni singolo mercato e averlo riportato alla fine della barra, ai mercati azionari quotati viene infine assegnato un altro rating medio (linea tratteggiata). Questo ti consente di identificare rapidamente le deviazioni nei singoli mercati dalla media internazionale generale. In questo modo è possibile effettuare una valutazione del clima azionario sulla base dell’andamento di un gran numero di azioni.

 

Interpretazione
Quali conclusioni si possono trarre da questo grafico di esempio fine di luglio? Il rating generale della qualità del trend sulle borse internazionali è di 3,7 (media). Questo corrisponde all’incirca alla metà tra i voti “soddisfacente” e “sufficiente” ed è generalmente all’incirca a metà dello spettro di valutazione, perché in termini puramente matematici questo valore è solo marginalmente più lontano da “molto buono” (1,0) rispetto a “insoddisfacente” (6,0). Lo stato generale della borsa è quindi più o meno nel mezzo alla data di riferimento (31 luglio 2020). Ciò che colpisce è
l’ottimo stato delle miniere, oro e argento, che sono supeiori a 2,0. Il Nasdaq 100, le materie prime, l’euro, la sterlina britannica e il franco svizzero sono nel range sopra la media tra 2,0 e 3,0. Particolarmente negativi, invece, il dollaro USA e l’ATX. Gli altri valori considerati sono tutti in un range medio o leggermente al di sotto della media da 3,0 a 5,0. Una simile panoramica può dare a un investitore che segue il trend una prima impressione se può entrare in un mercato e, in caso affermativo, quale. Si può
quindi dare un’occhiata più da vicino alle azioni nel mercato più promettente ed esaminarle per segnali di acquisto o azioni con tendenze forti. A seconda della condizione media dei mercati, si può anche determinare la quota di investimento.

Un altro modo
Immagina di guardare il grafico di un’azione o di un indice e non c’è ridimensionamento sull’asse X o Y. Quindi non hai alcun orientamento per quanto riguarda il livello temporale in cui si trova il valore. A seconda di come sta andando il prezzo, potresti avere l’impressione che ci sia una tendenza al rialzo. Se mettiamo a fuoco la scala e ingrandiamo il grafico su un periodo di un anno, possiamo vedere che il grafico è il DAX, che si è sviluppato in maniera molto volatile durante questo periodo. L’impressione che si ha di un mercato basato esclusivamente sulla
visualizzazione del grafico dipende quindi anche dalla visualizzazione del periodo. Il DAX può certamente lottare er alcuni giorni o anche alcune settimane senza abbandonare la tendenza al ribasso generale a lungo termine. Quindi, che ne dite di registrare tutte le fasi di tendenza comuni (a breve, medio e lungo termine) di un gran numero di mercati e formarne una media? Ciò ti mostrerebbe come i mercati stanno andando non solo su uno, ma su diversi periodi di tempo. A tal fine, come già sapete dalla figura 1, vengono esaminati anche dal punto di vista tecnico i più importanti mercati mondiali. Per una migliore rappresentazione, il risultato è mostrato sotto forma di barometro, che consiste di più “aghi” (figura 2), questa volta sui diversi livelli temporali appena citati, che sono rappresentati dagli aghi di diverso colore. Al livello temporale di breve termine (ago rosso) si può notare che alla data di rendicontazione, il 31 luglio 2020, negli indici internazionali si registrava solo un inadeguato sviluppo tendenziale della media globale (4,8). Nel medio termine (ago arancione), invece, il trend è buono (1,7). Nella prospettiva a lungo termine (ago blu), i mercati possono attualmente essere valutati solo con un “sufficiente” (4,3). In media, otteniamo una qualità di tendenza di 3,6 indicata dall’ago verde. I numeri colorati attorno al mozzo del barometro mostrano la variazione della rispettiva lancetta rispetto al periodo precedente. Ad esempio, l’ago blu a lungo termine è
recentemente migliorato di 0,5 punti in un confronto mese su mese. L’ago arancione di medio termine, invece, è peggiorato di 0,4 punti. L’ago rosso a breve termine ha mostrato un valore di 3,7 nella settimana precedente e da allora è peggiorato di 1,1 punti.

Conclusione
Entrambi i modelli hanno lo scopo di darti un’idea delle opzioni disponibili oggi per i trader privati nella valutazione del clima azionario. Il primo grafico impiega 25 minuti al giorno, il secondo solo pochi secondi.

 

Ralf Goerke

Ralf Goerke è l’autore della lettera settimanale
di TRADERS’ sul mercato azionario “Momentum-
Investor”. Le parti interessate hanno l’opportunità
di ordinare due numeri di prova gratuiti non
vincolanti all’indirizzo
momentum-investor@traders-mag.com
www.momentuminvestor.de

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, di TRADERS’ Magazine

Webinar: clicca per iscriverti gratis

Articoli Correlati