Impara ad accettare le possibilità

Questo articolo riguarda il contenuto di un particolare video su YouTube. Mostra un’intervista condotta da Jared Levy (Wizetrade TV) con il leggendario insegnante e autore di “Trading in the Zone”, Mark Douglas. Purtroppo, Mark Douglas è morto nel 2015. Ciò che egli spiega nel video qui sopra citato è senza tempo e aiuterà i trader per molto tempo anche dopo la sua morte. In questo articolo riassumiamo i punti più importanti e integriamo con alcune note esplicative.

 

Le aspettative generano emozioni

La maggior parte dei trader, prima o poi, provano emozioni negative come la delusione o la frustrazione quando i loro pattern e le loro strategie di trading non funzionano come previsto. Questo perché hanno certe aspettative riguardo al corso dei propri trade. Altrimenti, non avrebbero di certo affrontato tutte le azioni svolte, vero?

Mark Douglas mette in dubbio questa ipotesi e giunge alla conclusione opposta: In un singolo trade, non si dovrebbe avere una certa aspettativa e si dovrebbe accettare ogni possibile risultato. In questo modo, si possono evitare le emozioni negative e garantire un’attuazione coerente.

Tuttavia, è difficile interiorizzare realmente questa filosofia. Perché in termini di processo, vediamo prima il pattern o il segnale di trading nella comprensione del trading, e poi posizioniamo il nostro trade.  Pertanto, è comprensibile che colleghiamo automaticamente un’aspettativa concreta con il trade, come descritto sopra.

È diverso, ad esempio, quando giochiamo con una slot machine. Qui, prima viene posizionato il “Trade” (offerta) e poi vediamo il risultato. Ecco perché in questo scenario è più facile comprendere che le cose possono anche andare storte e non abbiamo quindi un’aspettative, pertanto non rimaniamo troppo delusi se perdiamo. Questo è vero anche se si trattasse di una slot machine con una probabilità di vincita di 60:40. Perché un singolo esperimento o anche una breve serie di esperimenti, come possiamo capire, possono accadere con questa macchina, ed è una pura coincidenza. Il trading funziona in modo molto simile, ma nel mercato azionario siamo molto più coinvolti.

F1) Mark Douglas: Mind over Market

Mark Douglas: MIND OVER MARKET (Intervista completa) Questo è un estratto dall’intervista condotta da Jared Levy (Wizetrade TV) con Mark Douglas, che l’utente di YouTube Stelios Stylianou ha caricato a maggio 2012. Fonte: Youtube

 

Evitare le Aspettative

Un modo per ridurre le aspettative è di considerare il trading come una slot machine che offre una probabilità di 60/40 a nostro favore. Questo ci avvicina all’obiettivo di vedere il buon trading come un puro processo che ci ripaga dei molti passaggi correttamente eseguiti. Sicuramente, i pattern tecnici così come i singoli passaggi su una macchina da gioco sono basati solo sulle probabilità.  Se un particolare pattern funziona in 60 casi su 100 e fallisce nei restanti 40, ciò non ci aiuta a giudicare se funzionerà o meno su un particolare trade. Nei casi singoli, l’aspetto del pattern o del segnale non ha assolutamente niente a che fare con il fatto che abbiamo ragione o torto, perché non possiamo sapere la sequenza dei singoli risultati.

Per essere ancora più chiari: non c’è mai alcuna certezza se un pattern o un segnale funzionerà o fallirà la prossima volta. Uno stesso pattern, strutturalmente identico, può ora funzionare brillantemente e poi fallire terribilmente la volta successiva, senza un motivo apparente. Nel singolo caso, semplicemente non ci sono garanzie che si avveri un determinato risultato. Nessuno può sapere quali nuovi ordini di mercato emergono improvvisamente dopo l’ultimo trade spostando il prezzo verso l’alto o verso il basso, correndo contro gli ordini limite esistenti. È semplicemente impossibile prevederlo. Tutto ciò che è possibile determinare statisticamente è una probabilità che la maggior parte degli operatori di mercato tendono a posizionarsi in un modo o nell’altro sulla base di determinati pattern – questi valori sono medie e mediane, misurate da molte situazioni simili.

Altre persone muovono i mercati

La ragione per cui un singolo trade non può mai essere prevedibile è che altri (!) operatori di mercato devono venire sul mercato dopo il nostro ingresso nel mercato e devono spostarlo tramite le loro azioni per portarci un profitto o una perdita. Tuttavia, quale scenario si realizzerà è completamento incerto.

A volte, altri operatori di mercato possono rispondere a un certo tipo di pattern, e non ad un altro. Forse sono presenti una sola volta e hanno denaro fresco da investire o si presentano con una lunga lista di posizioni short, che possono innescare movimenti significativi. Altre volte, potrebbe non esserci alcuna modifica da apportare e, di conseguenza, nessuna risposta a un pattern altrimenti identico. Queste cose sono sempre al di sopra delle nostre possibili conoscenze e influenze.

Tutto quello che possiamo fare è riconoscere quando il trade non funziona e poi uscire dal mercato tramite l’ordine di uscita. Perché, se ciò che dovrebbe accadere in base al pattern, in media non accade, abbiamo svolto tutto correttamente e dobbiamo ancora realizzare una piccola perdita e andare in modalità di prevenzione. Allo stesso tempo, è importante non perdere la fiducia in quei dati pattern. Inoltre, indipendentemente dall’ultimo trade, è importante aspettarsi che il pattern sia corretto e che dimostri di essere vero, che altri operatori di mercato siano attivi, e che il mercato si sposti in una direzione per noi favorevole, anche se non è stato così l’ultima volta. Quindi, la cosa folle del trading è che bisogna credere a due cose molto diverse:

  • Un pattern o segnale ha un significato statistico basato su degli esami. È probabile che altri operatori di mercato agiranno e sposteranno il prezzo verso una certa direzione.
  • Un singolo trade è un risultato casuale di una lunga serie di tentativi. Solo accettando un risultato casuale diventa possibile agire coerentemente nel lungo periodo e, alla fine, realizzare il valore atteso della strategia.

F2) Intraday – Stabilizzazione dei corsi come esempio

Dopo che il titolo è sceso di oltre 100 punti durante il giorno, il mercato si sta finalmente stabilizzando. Anche se un paio di volte sembrava che i prezzi stessero per scendere ulteriormente, il mercato si sta stabilizzando. Questo spiega il rischio che accompagna il Trade Long. Allo stesso tempo, questo esempio mostra anche che dopo il grande crollo, c’era la possibilità di inversione, in quanto il “fondo” era ancora in rialzo, dopotutto. Fonte: www.tradesignalonline.com

 

F3) La stabilizzazione dei corsi intraday fallisce

F2 mostra un esempio di come questo principio della stabilizzazione dei corsi funziona di solito. Sfortunatamente, nessuna affermazione esatta può essere fatta su singoli casi. Questo grafico mostra cosa è realmente accaduto dopo aver registrato un crollo di oltre 100 punti del titolo. Questo è cosa accade quando le persone interessate a investire in questo titolo particolare non sono sufficientemente attive e veloci. Questo è completamente al di fuori del controllo di qualsiasi trader. Tutti devono capire e accettare che quello che accade nel singolo caso è dovuto alle circostanze. (Nota: Questi esempi sono solo a scopo illustrativo, siccome non siamo in grado di trovare pattern identici, abbiamo copiato le ultime quattro barre e rispecchiato l’ultima, e cambiato i loro colori in modo appropriato. La figura 3 mostra cosa è realmente accaduto con il DAX il 10 gennaio 2018). Fonte: www.tradesignalonline.com

 

L’essenza di tutti i trade

Il secondo punto è l’essenza di tutto il trading. Se emerge un pattern che abbiamo analizzato e classificato utilizzando le statistiche, non c’è assolutamente più nulla a cui pensare. Un trader professionista si concentra quindi sui suoi ordini e sulla migliore esecuzione possibile. Svolge la sua routine e accetta qualsiasi risultato che il mercato produce caso per caso.

D’altro canto, un principiante sarà incerto e cercherà di “pensare di sapere”. In altre parole, vorrebbe scoprire se il pattern funziona oppure no. Ma questo è un compito impossibile, come abbiamo già descritto. Comunque, intendiamo dire: se indulgete nei dubbi e nelle paure prodotte dal ​​cervello, arriverete alla conclusione che non funzionerà mai. Quindi, potreste conoscere alcuni pattern e strategie redditizie, ma non potete generare profitti continui. Sapete di essere vicini nel fare il salto nella zona dei profitti, ma non riuscite proprio ad arrivarci. Perché ciò che manca è il cambiamento di prospettiva descritto: Smettetela di pensare troppo al singolo caso, accettate la casualità del trading e fidatevi del processo. Chiunque riesca a cambiare questo interruttore nella propria testa può diventare un trader professionista.

Conclusioni

Mark Douglas aveva il talento di saper elaborare e spiegare vividamente i contesti psicologici cruciali del trading. Il messaggio dell’intervista descritta è forse uno dei più importante per un trader. In alternativa, potete passare anni a imparare tutto questo tramite le vostre dolorose esperienze. La decisione è vostra.

 

Marko Gränitz

Il dott. Marko Gränitz è autore e relatore nel campo della ricerca sul mercato dei capitali e conduce interviste ai trader in tutto il mondo. Sul suo blog offre informazioni sulle nuove scoperte della ricerca del momentum e altre anomalie.

www.marko-momentum.de