mercoledì, 1 Aprile, 2020

Incrementate il successo del vostro investimento!

Ultima ora

Sta brutto dirlo, ma è così

L'unica seria arma di difesa   Giorni fa, durante un webinar, quando ho sostenuto che quota 1000 sull’S&P500 fosse un...

Directa Sim presenta Market Briefing – directaTV la web TV per gli investitori

Riceviamo da Directa Sim e pubblichiamo per i nostri lettori Torino, 27 marzo 2020. Directa Sim, broker online per investitori consapevoli...

Scelti per te

Questi sono i sette migliori indicatori e strumenti

Trend-trading di successo Nel trading, è molto importante saper leggere la struttura del mercato, lo stato emotivo e l'equilibrio tra...

In pochi anni non esisterà più il denaro contante

Adrià Aguadé Estivill » Provenienza: Sant Quirze del Vallès (Barcellona) » Hobbies: Sport avventurosi, cinema » Stile di trading: investimento a medio...

L’ideale combinazione di value e momentum

Norbert Keimling Norbert Keimling lavora per StarCapital dal 2004, mentre gestisce il fondo di equity dell’azienda StarCapital Priamos dal 2005....

Che cosa rivela realmente il sentimento del mercato

Hai mai voluto sapere quando la probabilità di un cambiamento della direzione del mercato azionario è particolarmente elevata? Attraverso l’uso dei indicatori di sentimento, si riconosceranno le inversioni immediate di tendenza. Questo articolo fornisce una panoramica delle possibili applicazioni.

Nella cronaca quotidiana del mercato economico e del mercato azionario vi imbatterete regolarmente con delle informazioni sul (presunto) sentimento del mercato.

Ma che cosa possiamo derivare da tali opinioni? Che semplicemente il sentimento sul mercato azionario è buono oppure cattivo? Esiste davvero una connessione e, in caso affermativo, si basa veramente su una cosa solida? Il sentimento buono o cattivo è un motivo solido per comprare o vendere nel mercato? E soprattutto, come possono essere misurati in modo corretto i sentimenti?

Così si crea capitale con gli sviluppi irrazionali del mercato azionario
Il fatto che la complessità dei processi economici o di borsa, l’incertezza e l’insufficiente visione d’insieme travolgano molte persone è stata nel frattempo ben documentata dai risultati scientifici (parola chiave: finanza comportamentale). Nel frattempo, è chiaro che in molte situazioni le persone sono solo limitatamente razionali o anche totalmente irrazionali nelle loro decisioni. E le decisioni sono spesso guidate da fattori emotivi come la paura e l’avidità, basati su regole rigorose e su un’informazione distorta piuttosto che su un’elaborazione oggettiva e sana. Gli investitori prudenti possono sfruttare esattamente questi casi, per migliorare significativamente la probabilità di profitto o il rapporto di successo.

Per gli operatori, negli ultimi anni si sono resi disponibili sempre più strumenti che rendono tali estremi di sentimento misurabili e quindi utili da usare. A volte tali strumenti sono anche gratuiti e solitamente sono nominati col termine “indicatori del sentimento o di fiducia”.

Riassumendo: molti investitori reagiscono nelle loro decisioni di investimento in larga misura guidati da emozioni ed i prezzi si sviluppano di conseguenza nel trading. Gli investitori prudenti possono approfittarne.

Forte o debole: due tipi di indicatori di sentimento con lo stesso obiettivo
In termini di contenuto, gli indicatori di sentimento possono essere suddivisi in due categorie: alcuni sono ottenuti in borsa principalmente attraverso un investitore effettivo e attraverso indagini sugli investitori. Essi si basano in gran parte su indagini settimanali di investitori privati e istituzionali per quanto riguarda il sentimento, la percezione del mercato ed il loro posizionamento. Inoltre, soprattutto negli Stati Uniti, il rapporto tra i bollettini del mercato azionario positivi su quelli negativi è un indicatore di fiducia ben noto. Questi sono i cosiddetti indicatori di sentimento debole. Gli altri si basano sull’analisi di alcune statistiche sul mercato, vale a dire le azioni / transazioni effettive di investitori e istituzioni. La base di questo è, ad esempio, il turnover delle opzioni nel mercato dei future. Da queste valutazioni si possono ricavare anche delle immagini di sentimento affidabili, poiché si basano su transazioni effettive da parte degli investitori, e vengono conteggiate tra gli indicatori del sentimento forte. Ora ci sono diversi indicatori di sentimento di lunga data che sono diventati più noti e i cui dati sono parzialmente disponibili gratuitamente.

Sentix
Uno dei pionieri nel mondo di lingua tedesca è Sentix GmbH, che fornisce dati sul sentimento dal 2001. I dati settimanali raccolti nel periodo da parecchie migliaia di partecipanti danno informazioni sui loro stati d’animo (ottimismo / pessimismo), posizionamento, analisi di eccessiva sicurezza e valutazioni di diversi mercati. I risultati sono valutati statisticamente, annotati per i partecipanti attivi e forniscono indicazioni concrete sui movimenti di tendenza.

Indice Sentimento della Borsa di Francoforte
L’indice Sentimento della borsa di Francoforte, che è emerso dal precedente indice Cognitrend DAX Bull / Bear e si basa anche su sondaggi tra investitori, esiste da un periodo di tempo simile. Lo sviluppatore di questo indicatore, Joachim Goldberg, pubblica una valutazione settimanale dell’indice di sentimento gratuitamente accessibile.

Investors Intelligence
Un altro approccio al mercato azionario americano è fornito da Investors Intelligence, una casa di ricerca statunitense. Per oltre 50 anni, il fornitore ha determinato il sentimento sul mercato azionario statunitense su base settimanale. Questo distingue se si tratta di previsioni di mercato positive (cosiddetti tori, prezzi in rialzo), neutrali (invariati) o negativi (cosiddetti orsi, prezzi in calo). Il sentimento misurato è fondamentalmente interpretato di andare anticiclico oppure contro il trend. Un sentimento pronunciato negativo parla quindi di una possibile tendenza al rialzo. A causa del lungo storico didati, si può affermare che molti punti di flessione significativi, soprattutto inferiori, sulle borse statunitensi sono stati visualizzati con un alto tasso di successo. Incorporando forti indicatori di sentimento, questi risultati possono essere ulteriormente specificati e quantificati in modo più preciso.

Indice di sentimento Euwax
La Borsa di Stuttgart ha sviluppato un indice per gli investitori privati, l’indice Euwax Sentiment. Riflette il comportamento degli investitori privati e si basa su ordini reali di prodotti a leva, che si basano sui sottostanti prodotti DAX, XDAX e DAX / XDAX combinati. Un valore positivo significa che la maggior parte degli investitori punta sull’aumento dei prezzi, mentre un valore negativo significa che la maggior parte degli investitori si aspetta un mercato in declino. Poiché questo indice viene aggiornato in modo permanente anche nel corso della giornata sul sito Web di Euwax, esso offre in modo particolare delle preziose informazioni aggiuntive per i trader giornalieri.

Il rapporto Put-Call
D’altro canto, il Rapporto Put-Call (PCR), un indicatore del sentimento del mercato basato su concrete transazioni di investitori reali, è molto buono per determinare una tendenza di inversione di medio termine. Viene misurato il rapporto tra il numero di opzioni implementate nel trading a termine. Dividendo il numero di put (sul calo dei prezzi allineati) per il numero di call (orientate all’aumento dei prezzi), l’investitore riceve un rapporto che descrive il posizionamento e quindi l’aspettativa degli investitori del mercato dei future. Un valore superiore a uno indica che vengono implementate più put che call. Ciò indica una tendenza alle attese negative del mercato, in cui una maggioranza si aspetta che i prezzi scendano quindi coprono la loro pozione contro una tale aspettativa. Viceversa, un rapporto put-call di meno di un punto aumenta l’ottimismo. La media è inferiore a uno, visto che di solito ci sono strutturalmente sempre più call. Come la maggior parte degli indicatori del sentimento, anche il put call ratio viene interpretato in modo anticiclico. I punteggi più alti (sentimento / paura negativi) indicano un’inversione di tendenza imminente. Questo è vero, anche se in misura minore, nel caso opposto.

Nella figura 1, quando si confronta il PCR con lo sviluppo dell’indice azionario tedesco (DAX), si può vedere chiaramente che il rapporto (qui levigato su una media di dieci giorni) mostra molte inversioni più piccole, e soprattutto significative, nel DAX. Un livello di rapporto superiore a uno corrisponde a molti punti bassi dell’indice azionario tedesco. I vantaggi e i punti di forza di questo indicatore di sentimento si manifestano soprattutto a medio termine quando si raggiungono livelli di rapporto superiori alla media.

I massimi pronunciati del rapporto sono molto attendibilmente accompagnati da minimi sul mercato azionario tedesco. Vogliamo rivedere e testare questa impressione visiva del grafico utilizzando analisi obiettive basate sui numeri. Ad esempio, utilizziamo i dati degli ultimi cinque anni e omettiamo i segnali attualmente in esecuzione. I fatti mostrano che se il coefficiente di chiamata put livellato raggiunge il valore di uno o più, il DAX viene scambiato più in alto in circa il 59 percento dei casi dieci giorni dopo, il che significa una probabilità di profitto non esaltante.

Sentimenti pessimisti = alta probabilità di inversione della tendenza
Tuttavia, se estendiamo il periodo di osservazione a 40 giorni, l’analisi ci mostra che nel 70 percento dei casi è stato realizzato un profitto. Ma come trader, potremmo anche scegliere di operare solo quando determinati valori estremi vengono raggiunti nel rapporto, come nell’aprile 2018 (figura 1). Quindi il tasso di successo storico o la probabilità di vincere aumenta ad un massimo del 94 per cento, con un attraente potenziale di profitto.

I valori ottimistici estremi sono un segnale di avvertimento
D’altra parte, nessuna probabilità di profitto così affidabile ed eccezionale può essere dimostrata a bassi rapporti. I punti bassi del rapporto mostrano sentimenti ottimistici estremi, che tuttavia non sempre rappresentano in modo affidabile un punto alto nel mercato azionario. Le probabilità di caduta dei prezzi raramente raggiungono più del 60 percento e dipendono anche dal mercato azionario. Questa funzionalità leggermente inferiore negli stati d’animo positivi ha il rapporto put-call secondo l’esperienza dell’autore in comune con la maggior parte degli altri indicatori di sentimento. I valori estremi positivi dovrebbero pertanto essere considerati principalmente solo come un avvertimento e non come un segnale di trading. Ad esempio, in caso di ottimismo dell’umore, l’indice azionario del portafoglio potrebbe essere gradualmente ridotto. Tuttavia, a causa della minore probabilità di vincita, solo i trader esperti dovrebbero considerare di speculare sul calo dei prezzi.

Conclusione
L’uso di indicatori di sentimento dà al trader una visione obiettiva del sentimento del mercato e una valutazione su posizionamenti e azioni di investitori privati e istituzionali. Al raggiungimento degli estremi negli indicatori del sentimento gli operatori dovrebbero aspettarsi un imminente turnaround e dovrebbe agire in modo anticiclico. Buone opportunità di trading con un’alta probabilità di vincita vengono offerte in particolare nei estremi negativi (al ribasso).

 


Mike Ruckert

Mike Rückert è in attività a tempo pieno da 25 anni. Ha ricoperto diversi ruoli come trader, senior portfolio manager, fund manager e portfolio manager e gestore patrimoniale di rinomate banche private. Dal 2012 si dedica esclusivamente al trading dei propri investimenti, è un autore freelance e perito di lettere di borsa attivo e condivide le sue conoscenze su www.tradingstrategie.eu.

rueckert@tradingstrategie.eu

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, cartacea o Twin (cartacea+digitale) di TRADERS’ Magazine

Webinar

Webinar

UniCredit

Happy borsa

YouFinance

Directa

Articoli Correlati