Vogliamo esserti sempre vicino e il nostro Customer Care risponde 24 ore 365 giorni l'anno. Per i tuoi quesiti di Cultura Finanziaria o per raccontarci la tua esperienza di trader o investitore chiama 0230332800 oppure manda un sms o un whatsapp al 3208756444 o manda una email a info@traders-mag.it

Al ribasso guadagni molto, altrimenti… un po’ meno

Newsletter del settimanale

Ultima ora

Scelti per te

L’onda rialzista dell’oro

Sia l’oro che l’argento hanno vissuto un momento di grande entusiasmo rialzista nella prima quindicina di novembre.
 
Fra il 4 e il 14 novembre, l’oro è salito di quasi il 9%.
 
L’argento aveva iniziato addirittura prima, il 27 ottobre, e al 14 novembre registrava un aumento del 21%.
 
Questo è avvenuto in parallelo al ridimensionamento del valore del dollaro. Appena il dollaro si è sgonfiato, i metalli si sono rafforzati. Se ci fosse stato ancora bisogno di capire perché l’oro era sceso così tanto, ne è arrivata una ulteriore dimostrazione.
 
Che ne è ora del rally dell’oro?
 
Il 15 novembre, senza riuscire a toccare quota 1790, ma fermandosi qualche punto prima, l’oro ha cominciato a ritracciare.
 
A guardare il grafico, il ritracciamento sembra una classica bullf flag. Una bandiera rialzista. Che, senza altre necessarie considerazioni oltre quelle grafiche, sembra indicare un prossimo prosieguo del rialzo.
 
In un nostro articolo recente abbiamo citato il report trimestrale del World Gold Council, dove, sostanzialmente, non viene data spiegazione di dove siano finite 310 tonnellate d’oro acquistate da una non identificata banca centrale.
 
Al di là di chi abbia fatto un tale shopping sull’oro, sembra chiaro che le banche centrali sono tornate ad acquistare oro. Gli acquisti di oro da parte delle banche centrali hanno raggiunto il massimo degli ultimi 55 anni.
 
Sempre dallo stesso report, deduciamo che l’offerta globale di oro è aumentata dell’1% su base annua al 30 settembre 2022: precisamente a 1.215 tonnellate.
 
Ma, allo stesso tempo, la domanda complessiva di oro è aumentata del 28%, a 1.181 tonnellate. E da inizio anno la domanda di oro è aumentata del 18% rispetto ad un anno fa.
 
La domanda e l’offerta ora sono quasi uguali.
 
Se la domanda di oro continua ad aumentare, ad esempio per l’uscita della Cina dalle restrizioni Covid, la domanda potrebbe finire per essere superiore all’offerta. E, parlando di oro, questo sarebbe un fenomeno che farebbe partire al rialzo il prezzo dell’oro.
 
Come sempre in questi casi, i titoli più appetibili diventano quelli dei minatori d’oro.
 
Dai un’occhiata all’ETF Van Eck Gold Miners (GDX) e ti rendi conto di come reagiscono i titoli dei miners durante i rally dell’oro.
 
La grande incognita che pesa sull’oro è, peraltro, quella che raccontiamo da molti mesi. Che possiamo sintetizzare in poche parole: dove finisce il rally del dollaro?
 
Quest’ultimo sembra essere stato stoppato dalle elezioni di mid-term.
 
Le amministrazioni democratiche sono sempre state rialziste sul dollaro. L’aria di cambio della guardia che si era creata a ridosso delle elezioni di mid-term ha creato un’onda d’urto di anticipazione della possibile fine del rally del dollaro.
 
Ma, alla fine, il cambio della guardia è stato molto relativo. E il dollaro potrebbe tornare al rialzo, insieme con un nuovo ribasso delle borse. Questo scenario vedrebbe l’oro tornare giù, nel 2023.
 
Per ora, forse, possiamo pensare a una possibile temporanea onda di continuazione rialzista dell’oro.
 
Parliamo di analisi grafica e di prospettive dell’oro anche in un imperdibile webinar di grande Cultura Finanziaria dedicato a quella eccezionale strategia in opzioni che è Dribbling.
 
Con l’occasione, parliamo anche di S&P500, di prospettive di mercato e di risultati da ottenere manovrando sapientemente le opzioni.
 
Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

P.S.: Una prossima operazione da fare con Dribbling la trovi descritta nel webinar. Pensa ad una strategia ribassista che ti permetta di cogliere la giravolta delle borse, una volta che avranno toccato un massimo relativo importante. Il tutto a costo zero.
 
Cioè: se va al ribasso guadagni molto, altrimenti guadagni meno.
 
Ti sembra impossibile?
 
Clicca per iscriverti e vedi la registrazione.

Ora c’è www.segnalidiborsa.com , la tua WebinarTV 24 ore, 365 giorni l’anno. È gratis, c’è sempre, quando tu lo vuoi e ti informa con un canale telegram di ogni nostro webinar che viene annunciato o pubblicato.

Hai quattro webinar contemporanei costantemente in onda, puoi scegliere i webinar in archivio per argomento, o ascoltare i nostri interventi dove siamo ospiti di altri.

Iscriviti al canale, sarai sempre sintonizzato con noi:

è un portale dell’Istituto Svizzero della borsa.

 

 

Maurizio Monti

  Editore Istituto Svizzero della Borsa

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, di TRADERS’ Magazine

Webinar: clicca per iscriverti gratis

Articoli Correlati