Vogliamo esserti sempre vicino e il nostro Customer Care risponde 24 ore 365 giorni l'anno. Per i tuoi quesiti di Cultura Finanziaria o per raccontarci la tua esperienza di trader o investitore chiama 0230332800 oppure manda un sms o un whatsapp al 3208756444 o manda una email a info@traders-mag.it

Petra Ilona Zacek

Newsletter del settimanale

Ultima ora

Scelti per te

 

Oltre il 250% di profitto alla coppa del mondo del trading

Petra Ilona Zacek ha vinto la Coppa del Mondo di Trading Future 2018 con un impressionante rendimento netto del 257,9%. Nativa ceca, vive in Arizona, parla sette lingue e ha conseguito un master in economia aziendale presso l’Università di scienze applicate Wiener Neustadt e successivamente un dottorato di ricerca in economia e finanza presso l’Accademia Russa delle Scienze di Mosca. Sembra che abbia dedicato la sua vita al mercato finanziario: dal 2000 lavora come Managing Director e Vice President di diverse banche a Vienna, Francoforte, Londra, Parigi, Mosca e negli USA. È CEO e Presidente di Chronos Markets da maggio 2019. Vera Laufer le ha posto domande sulle sue strategie e sulle differenze tra trading istituzionale e privato.

“Se sei veramente bravo in un’area, in quella eccellerai!”

TRADERS´: Come ha iniziato a fare trading? Era quello che ha sempre voluto fare?

Zacek: Già nel 1998, durante i miei studi nell’ambito di uno stage di sei mesi, mi sono imbattuto nel trading floor. Dopo che ho dovuto interrompere il mio primo stage nel dipartimento di documentari con un focus sull’Europa orientale presso ING dopo il default del prestito russo nell’agosto 1998, uno dei miei professori, che allora era a capo del trading floor, mi ha dato l’opportunità di iniziare a fare trading nei mercati emergenti. Ero davvero entusiasta di questa esperienza. Il capo del dipartimento mi ha quindi chiesto di tornare per le vacanze estive e a tempo pieno dopo la laurea.

TRADERS´: Ha lavorato come trader istituzionale prima di iniziare il trading privato. Ce ne può parlare?

Zacek: In effetti, ho lavorato al trading floor come responsabile del business dei clienti istituzionali per Europa, Medio Oriente e Africa e ho guidato team che lavorano con i clienti in queste regioni. Nel frattempo, ho lavorato nella gestione del rischio e degli investimenti per conto dei clienti della banca, ad esempio coprendo il rischio di cambio per le grandi aziende a cui la banca effettuava prestiti, o supportando i fondi pensione in tutto il mondo con i loro portafogli di investimento.

TRADERS´: Perchè ha smesso?

Zacek: Cinque anni fa mi sono trasferita con mio marito, un atleta professionista, in una piccola città nel mezzo del deserto in Arizona e quindi ho dovuto ritirarmi dall’investment banking. Tuttavia, questo mi ha permesso di gestire i beni della mia famiglia a tempo pieno e di tradare attivamente con una piccola parte.

TRADERS´: Pensa che la sua esperienza di trading istituzionale abbia influenzato il suo trading privato?

Zacek: Esistono regole molto rigide nell’investment banking che, a seconda dell’area di attività, limitano o vietano completamente il trading attivo con il proprio denaro a causa di potenziali informazioni privilegiate e conflitti di interesse. Quindi è stato un cambiamento molto grande per me perché per la prima volta non avevo alcuna restrizione sul tipo di investimenti che facevo o su cosa tradavo. D’altra parte, quando gestisci l’attività dei tuoi clienti, devi seguire allo stesso tempo la loro strategia e le regole del tuo datore di lavoro. A volte può essere una grande sfida. La maggior parte di ciò che ho imparato durante il mio periodo nel mondo istituzionale, lo applico ancora oggi. Penso che una volta che hai imparato un simile approccio, è molto difficile ignorarlo, dopotutto, è costituito da molti elementi intelligenti che ti danno un vantaggio sui rivenditori privati. Impari anche un modo diverso di pensare, non necessariamente migliore, ma semplicemente un po’ più complesso o un po’ fuori dal quadro abituale.

TRADERS´: Per favore, ci parli del suo trading.

Zacek: Trado su diversi conti con diversi fornitori, ad esempio il conto del campionato, i miei conti privati ​​e conti pensione. Questi conti hanno posizioni diverse in un determinato momento e sono di dimensioni diverse, motivo per cui gestisco le mie posizioni sulla base del portafoglio complessivo. Poiché i miei spread sui future sono piuttosto complessi e utilizzo contemporaneamente un gran numero di conti di trading, ho il mio modello di rischio in grado di gestire tutto ciò, riflettendo lati e correlazioni di spread opposti. Questo mi dà l’opportunità in qualsiasi momento di vedere la mia esposizione. Questa è una delle cose più importanti nel trading: sapere qual è il tuo rischio complessivo massimo attuale e potenziale e imparare come regolarlo rapidamente se necessario.

TRADERS´: E il tuo portafoglio e le strategie correlate?

Zacek: Il mio portafoglio include tutto: immobili, oggetti da collezione, titoli a reddito fisso, ETF, fondi comuni di investimento, azioni e parti più piccole e più attive per il trading di future. Quando parliamo di trading di future, faccio principalmente trading sugli spread dei future, ad esempio sui future su materie prime più liquidi. Utilizzo un modello di liquidità per scoprire se la liquidità attuale e storica è sufficiente, poiché ho bisogno di un certo livello di liquidità per le dimensioni del mio conto. Infine, l’ultima cosa da desiderare è essere sulla strada giusta con il trade e finire per perdere denaro a causa dello slittamento o dell’incapacità di uscire dal trade al momento giusto.

Uso qualsiasi strategia che riesco a trovare fintanto che mi dà un vantaggio rispetto al normale trading. Non mi concentro sul tipo di strategia, ma utilizzo indicatori tecnici, fondamentali e di altro tipo. Ho i miei modelli autosviluppati e utilizzo anche test retrospettivi algoritmici per l’efficienza e l’accuratezza, sebbene la maggior parte delle mie operazioni siano discrezionali e vengano eseguite manualmente. Mi piacciono le cose semplici. Ecco perché non sono un grande fan delle strategie troppo ottimizzate, indipendentemente dalla quantità di dati disponibili.

TRADERS´: Come procede nel trade?

Zacek: Prima devo trovare un’idea che posso implementare con un trade. Diciamo che ho $100.000 per fare trading e leggo un articolo che dice che il mercato azionario salirà per diverse settimane alla fine di ottobre, un fenomeno ben noto. Quindi farei la mia analisi includendo il backtest storico per confermare l’ipotesi che questo trend stagionale esista davvero. I trader di borsa andrebbero quindi long per fare soldi perché la loro stessa analisi conferma l’approccio. E questo è il caso migliore: molte persone non lo fanno nemmeno, saltano sul carro. Per me, tuttavia, è proprio qui che inizio a fare migliaia di domande. Ad esempio, uno di questi è: come posso utilizzare questa idea in modo tale da poterlo fare con un investimento di capitale molto inferiore? In particolare, come posso ottenere lo stesso pagamento che otterrei per $100.000 se investissi solo $10.000, o come posso essere investito con $100.000 ma ottenere un potenziale pagamento molto maggiore con solo rischi molto piccoli o limitati? Quindi, invece di fare affidamento su azioni o prodotti indicizzati tradizionali, posso optare per future con lo stesso sottostante. E poiché solo un certo margine per contratto è bloccato sul mio account (dal 10 al 20 percento dell’importo nominale), posso aumentare. Naturalmente, tengo presente che un aumento di scala può anche significare una maggiore perdita relativa. Pertanto gli stop devono essere appropriati e realistici. Quindi uso il denaro non utilizzato per un’altra operazione, ad esempio, che preferibilmente abbia una bassa correlazione con la posizione corrente.

TRADERS´: E che ci dice degli altri approcci?

Zacek: Un’altra opzione sarebbe quella di acquistare opzioni che hanno un potenziale di rialzo illimitato. Puoi spendere gli stessi soldi per il premio dell’opzione come faresti con lo stop loss. Se ti sbagli, raggiungerai comunque lo stop loss nei future, quindi il profilo di perdita massima rimane lo stesso. La differenza è che se vieni fermato su azioni o future, sei fuori mercato. Se poi il mercato cambia, non puoi più approfittare di questo movimento. Se la tua opzione non è ancora scaduta, tuttavia, puoi finire per guadagnare anche se viene eseguita prima una correzione di rotta importante. La linea di fondo è che hai un potenziale di rialzo aggiuntivo e una maggiore possibilità di errori di temporizzazione. Oppure puoi scegliere di vendere opzioni o spread di opzioni, attraverso i quali ricevi tu stesso i premi. Qui hai bisogno di una strategia di opzioni come Iron Condor e devi gestire attivamente le sezioni delle opzioni durante il processo di trading. Adoro questo approccio, ma richiede un po’ più di conoscenza delle opzioni. Preferisco entrare in attività in cui la maggior parte delle probabilità è a mio favore e ci sono rischi di ribasso molto limitati. Puoi ottenere questo risultato solo pensando fuori dagli schemi. Ma può portare le tue operazioni da un basso rapporto di pagamento inferiore a 1:1 fino a 5:1 o anche superiore.

TRADERS´: Può spiegare la sua procedura utilizzando un esempio in dettaglio?

Zacek: Devi sapere che gli spread del petrolio greggio tendono a restringersi da settembre a fine ottobre. Rispetto al trading diretto di future sul petrolio greggio, dove il margine iniziale è di oltre $ 4.000 per contratto, lo spread del petrolio greggio è solo di circa $ 250 a gennaio e febbraio. Quindi posso fare da 15 a 20 volte di più del normale trading diretto. Questo è interessante anche per il trading con conti più piccoli. Il 4 settembre 2018, ho 20 contratti spread del greggio. Il 25 settembre ho aggiunto altri dieci contratti all’interno del ritracciamento (figura 1). La mia esposizione totale massima all’ingresso è stata di $180 per contratto. Ho sempre ordini di ritracciamento aggiuntivi nel caso in cui si verifichi una volatilità imprevista e posso aggiungere un po’ di rischio se sono ancora soddisfatto del trade. Il 25 ottobre 2018 sono uscito con un profitto di 340 dollari per contratto per la prima posizione e 350 dollari per contratto per il ritracciamento. In totale, ho avuto un profitto di 10.300 dollari.

TRADERS´: Ha un altro esempio?

Zacek: Verso la fine di gennaio c’è una tendenza stagionale nel mais rispetto al grano per circa un mese. Lo spread aveva sviluppato una base abbastanza ampia nell’arco di diversi mesi e il 24 gennaio 2019 sono entrato nello spread quando le Bande di Bollinger si sono rotte (figura 2). Poiché si tratta di uno spread inter-commodity, ovvero due materie prime diverse, non si ottiene un vantaggio di margine così grande come con gli spread intra-commodity. I future sui cereali sono anche abbastanza liquidi, tra l’altro, il che li rende ideali per portafogli più grandi se puoi permetterti il ​​margine di mantenimento. Stavo tradando lo spread su dieci contratti, con il mio stop di $500 per questo tipo di spread e il mio prezzo target di $2.350 per contratto basato sull’analisi del modello storico. La posizione ha raggiunto la sua destinazione il 25 febbraio. Come puoi vedere nel grafico, ho perso un bel po’ di profitto col senno di poi. Allo stesso tempo, sono contento di un pagamento di quasi 5:1 relativo al rischio, in questo caso $ 23.500 di profitto per un periodo di detenzione di un mese a $5.000 di rischio.

TRADERS´: Fa uso di trading automatizzato?

Zacek: L’ho usato per tradare future automaticamente. Molti sistemi automatizzati hanno smesso di funzionare tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018, inclusa la maggior parte dei miei sistemi. Molti rivenditori di algosystem che conosco hanno dovuto smettere di fare trading perché non potevano recuperare dalle perdite o non potevano trovare nuovi sistemi che funzionassero per loro. Grazie al mio approccio alla gestione del rischio a livello istituzionale, sono stato in grado di assorbire il guasto del sistema sin dall’inizio e quindi ridurre rapidamente il suo impatto sui miei conti. E poiché fortunatamente avevo anche altri tipi di trade, sono stato in grado di spostare la mia attenzione e iniziare a realizzare profitti da questi altri. Penso che molti trader algoritmici siano diventati trader di sistemi perché hanno avuto un’impressione sbagliata ed erano entusiasti delle apparenti possibilità degli ultimi sviluppi del sistema, in cui dovevi semplicemente accenderli e poi andartene e goderti i soldi che venivano, con pochissimo sforzo per il monitoraggio continuo. Sfortunatamente, in realtà non funziona in questo modo. Ma poiché il mercato è in trend da anni e la volatilità è diminuita nell’ultimo decennio, molti trader hanno erroneamente pensato che sarà così per il resto della loro vita di trading. Molti trader, sia privati ​​che istituzionali, esistono solo da un decennio, quindi non ricordano l’elevata volatilità dei mercati degli anni ’80 e ’90. Questa è una delle grandi cose dei mercati emergenti: si assiste continuamente a crisi o bancarotte di aziende e governi. Questo ti insegna ad analizzare, capire e non fare affidamento sulla falsa impressione che i guadagni storici si ripetano in futuro. Io stesso uso ampiamente i sistemi automatizzati, solo in modo diverso. Faccio molti backtest, soprattutto nella fase iniziale, per vedere se la mia idea è su una base solida e può essere sviluppata una strategia di trading. Questo accelera molto il processo ed è più preciso del semplice guardare i grafici. Allo stesso tempo utilizzo anche sistemi algoritmici per la sorveglianza del mercato e gli allarmi.

TRADERS´: Come affronta le perdite?

Zacek: Ogni trader ha perdite e drawdown. È solo una parte del business. Ci sono molti studi su questo. In media, i buoni trader hanno ragione circa il 52% delle volte, e questi sono davvero buoni trader. In passato, ho tradato l’indice di volatilità VIX tramite ETF e ho realizzato profitti davvero grandi nel processo, il tipo di profitto che potrebbe farti acquistare una nuova casa ogni mese e quindi pensare di aver trovato il Sacro Graal. Nel 2014 ho iniziato spontaneamente a fare trading sul future VIX per avere una leva più alta e migliori pagamenti. Tre settimane e una perdita di $10.000 dopo, sono stato presentato all’effetto roll future VIX, che pensavo non fosse poi così male. Tutti i trade che ho fatto in Fonte tre settimane stavano andando nella giusta direzione e ho comunque perso soldi nel processo. Ho imparato molto da questa esperienza. A mio parere, le perdite non sono male di per sé, a condizione che siano piccole a causa del tuo rigoroso rischio e della tua gestione del denaro. Sono una parte inevitabile del trading. Un problema molto più grande sono le operazioni in cui si finisce per fare soldi ed è stato il trade, il prodotto, l’approccio o il metodo ad essere sbagliato senza che tu te ne accorga, come il mio trade VIX descritto sopra. Molte persone pensano di poter agire allo stesso modo più e più volte durante il trading solo perché ha funzionato una volta in passato. Inoltre, pochissime persone tendono ad analizzare le loro vincite: le danno per scontate o pensano che sia solo perché sono stati abbastanza intelligenti. Il risultato è che non riescono a scoprire che forse il trade che hanno fatto era in realtà estremamente pericoloso e avrebbe potuto cancellare il loro account mentre è capitato di finire per fare soldi.

TRADERS´: Nel future trading, naturalmente si fa trading anche con leve. Cosa ne pensa dei prodotti con leva in generale?

Zacek: Finché sai sempre quanto è alto il rischio in un dato momento e puoi uscire se necessario, la leva può essere utile per i trader. Contrariamente al trading azionario, i broker non addebitano alcun costo di finanziamento per la differenza tra margine e valore nominale quando fanno trading di future. Questo può essere un grosso problema. Conosco operatori che spendono dal 10 al 25 percento dei loro profitti in costi e commissioni di finanziamento. Un motivo in più per pensare fuori dagli schemi. Nel caso dei conti dei campionati, le persone tendono a spendere tutto il denaro disponibile per il maggior numero di contratti future che possano ottenere. Tuttavia, può cancellare completamente un movimento importante del mercato in un solo giorno. Proprio per questo motivo, per molti trader, un campionato è come fare trading con gli steroidi.

TRADERS´: Ha preso parte al campionato mondiale di future trading 2018 e ha ottenuto il primo posto, con distanza dal secondo. Come è stato?

Zacek: Il mio amico Michael Cook, che è lui stesso un vincitore multiplo, è stato chi mi ha portato a iscrivermi al campionato. L’ho conosciuto durante la New York Trading Masterclass 2017, organizzata da lui e da altri tre trader professionisti. Prima di allora, non avevo abbastanza ambizioni o obiettivi per prendere parte a un campionato e vincerlo: pensavo di non essere abbastanza bravo. Per prima cosa, ho preso parte all’Equity & Index Futures Championship nel quarto trimestre del 2017, che è una versione ridotta del campionato annuale ed è durato solo tre mesi. Volevo sapere se questa esperienza avrebbe influenzato in qualche modo il mio trading. Ad esempio, di solito non mi innervosisco nè faccio trading nelle notti insonni, ma mi chiedevo se conoscere la concorrenza diretta avrebbe cambiato le cose. Fortunatamente ho scoperto di non avere problemi e sono finito sesto in questo campionato. Ho anche scritto una specie di diario su Twitter e Facebook, perché mi è stato chiesto ogni giorno come va e come ci si sente. Dal momento che non sono riuscito a trovare molte informazioni in anticipo, sul posizionamento, sulla strategia, su come funziona e su cosa ci si sottopone, ho pensato che le persone potrebbero trovarlo utile. È stata sicuramente una grande esperienza di apprendimento per me.

TRADERS´: Come ha approcciato la sfida?

Zacek: Dal punto di vista del trading, grazie al mio modello di rischio, ho semplicemente reso il conto campionato parte integrante del mio portafoglio complessivo. È piuttosto insolito. La maggior parte delle persone considera l’account del campionato come un account separato e, come accennato, lo fa aumentare il più possibile.

Questo è il motivo per cui alcuni partecipanti potrebbero essere positivi più del 100% in un giorno e non essere visti da nessuna parte il giorno successivo. Quando mi sono registrato per la Coppa del Mondo 2018 in Futures Trading, non era necessario quasi nessun aggiustamento al mio normale trading, ma logisticamente era solo un altro account.

TRADERS´: I suoi ritorni superano di lungo quelli degli altri partecipanti. Era consapevole del fatto che stava per vincere?

Zacek: No, non ero sicuro di vincere. Ad essere onesto, non ci ho nemmeno pensato. Nella seconda metà dell’anno, ovviamente, ho iniziato a prestare maggiore attenzione alla mia concorrenza e alle loro attività. Alla fine dell’anno, poiché osservavo tutti i trader giorno dopo giorno, ero in grado di giudicare da solo come stavano andando le loro posizioni senza vederle in base ai movimenti di mercato.

TRADERS´: Lei è la prima donna che potrebbe vincere il campionato mondiale di futures trading. C’è qualcosa che vuole dire alle altre donne che tentano di avere successo in questa attività a orientamento maschile?

Zacek: La percentuale di trader donne inizialmente era complessivamente piuttosto bassa, ma è decisamente migliorata nel tempo. Penso che ci siano molte ragioni per questo: ad esempio, a molte donne non piace l’imprevedibilità dei mercati o lavorare così tanto con matematica e numeri. Non siamo necessariamente audaci come gli uomini in questo settore. Quindi sì, potrebbero esserci meno trader donne rispetto ai trader uomini. Ma preferisco guardarlo da una prospettiva diversa. Prendi tutte le trader donne e scopri la percentuale di coloro che sono eccezionalmente brave nel trading e confrontala con la percentuale di trader uomini eccellenti. Noi donne abbiamo chiaramente molto di più da offrire in questo settore (ride)! Insomma, se sei veramente bravo in un settore, eccellerai, che tu sia una donna o un uomo.

TRADERS´: Ha un altro suggerimento per i nostri lettori?

Zacek: Scopri chi sei e se il trading è qualcosa che ti piace. I mercati finanziari e il trading sono un lavoro molto duro e stimolante. I soldi non sono in strada a meno che tu non lavori duro per trovarli. Impara il più possibile e fai tua quella conoscenza. Sii intelligente, usa la gestione del denaro ed i modelli di rischio. In questo modo, puoi farla franca con molti errori. Insomma: impara a rispettare i mercati.

L’intervista è stata condotta da Vera Laufer

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, cartacea o Twin (cartacea+digitale) di TRADERS’ Magazine

Webinar: clicca per iscriverti gratis

Articoli Correlati