La giacca e il ‘sottogiacca’

Ultima ora

L’Italia del futuro? è questa

Il prossimo miracolo economico    Già, il futuro. E chi è in grado di prevederlo? Disegnare scenari, questo è possibile. E pensare...

Che cosa ci racconta il Vix

Venti anni in un grafico Nel periodo a ridosso della grande crisi delle dot.com, il Vix, l’indice della volatilità, noto anche come...

Scelti per te

Uscire dal triangolo

Le strategie semplici possono avere molto successo I triangoli sono fra gli schemi più comuni nel trading. Scoprite i fondamentali...

Ecco come i professionisti guadagnano con i premi al rischio sulla volatilità

Marc Gerritzen La volatilità è una classe di asset molto giovane che attira sempre più investitori in confronto alle equity,...

Procedure di Risoluzione di una Controversia

Cosa fare in caso di controversie con una banca o un broker? Molti problemi potrebbero già essere evitati con una...

La moda ed il finance: quanto è importante l’abito nel business.

Alcuni suggerimenti sull’outfit giornaliero possono essere senza dubbio d’aiuto allo scopo di migliorare la propria immagine, che alcune volte si tende a sottovalutare. Succede infatti che in certe occasioni l’outfit sbagliato, o non abbastanza curato, può andare a sminuire chi è più competente di altri, vale a dire di chi, pur non avendo molte competenze, tenta di ‘spacciarsi’ per esperto allo scopo di avere maggior successo giocando con la ‘bella immagine’.

La giacca
La giacca è un indumento che non dovrebbe assolutamente mancare nel guardaroba di chi lavora in ambito finance (ed anche non, poiché personalmente la indosso anche per andare al cinema). Per l’uomo è quasi ‘spontanea’ dato che gli abiti eleganti che indossano la comprendono nei completi, per le donne invece alcune volte è un’‘aggiunta’ che talvolta non fanno. Per questo motivo
l’articolo in questione è dedicato soprattutto alle donne, poiché frequentemente si tende ad indossare abiti, maglie oppure camicie senza l’abbinamento di una giacca a completamento del look, rendendolo decisamente più elegante ma soprattutto professionale.

Non è necessario che sia una giacca costosa o firmata poiché in commercio ci sono marchi che propongono capi a prezzi ragionevoli; è importante invece la scelta del modello che più si adatta al proprio fisico in quanto è questo che la rende di valore una volta indossata. Per non sbagliare mai si può andare su un classico blazer: ce ne sono di diversi tagli, l’importante è trovare quello che ‘calza’ comodo, oltre che a rendere eleganti, poiché a volte è necessario tenerlo più ore nel corso della giornata, e non è sicuramente d’aiuto la scomodità durante il lavoro dato che potrebbe influire sulla concentrazione e sul rendimento.

Oltre alla scelta del modello per la comodità è importante scegliere il tessuto giusto, anche in base alla stagione, pertanto meglio optare per tessuti non molto pesanti visto che devono essere indossati in luoghi chiusi e d’inverno vengono portate sotto i cappotti.

Quanto al colore meglio andare su dei neutri come il nero, il blu, il grigio o il beige, ma è possibile anche ‘azzardare’ altri colori più ‘allegri’, dipende anche dalle circostanze. Inoltre se si sceglie una giacca di colore neutro si possono abbinare abiti in diverse tinte unite o fantasie, mentre se si opta per una giacca di colori vivaci o fantasie meglio andare per un abito o camicetta nera o bianca o comunque in tinta unita.

F1) Completo donna

Esempio di un completo scuro con giacca e semplice camicia.
Fonte: pixabay.com

Il ‘sottogiacca’
Riguardo cosa indossare sotto la giacca, per quanto riguarda gli uomini è scontata la camicia, meglio nei toni neutri come il classico bianco o azzurro. Ma qui si possono fare tantissimi abbinamenti di colori poiché esistono molte camicie con fantasie che tendono anche ad usare come base il bianco sovrapponendo righe o quadretti (questi sono i più famosi, con svariate forme e grandezze) i quali danno un tocco di colore, che vengono poi abbinate con qualsiasi giacca o con una specifica, dipende dalla tonalità. Ovviamente la cravatta è un accessorio sul quale c’è poco da dire, salvo il fatto che dà la possibilità di dare quel tocco di personalità ad ogni completo indossato, viste le infinite fantasie e colori che ci sono in commercio. Sempre per gli uomini in estate la famosa ‘polo’ può essere un valido sostituto alla camicia, ma solo in un ambiente meno formale dove non è necessaria la cravatta.

Per le donne c’è più varietà. Dal vestito, in genere tubino o simile, alla camicia, se si indossa la gonna o i pantaloni. Riguardo la camicia ci sono molte alternative ad essa, come ad esempio le maglie in cotone oppure fatte dello stesso tessuto delle camicie, come ad esempio la seta, con un taglio semplice come quello della maglietta, dai colori neutri o con fantasie diverse. D’inverno si può sostituire la camicia con una maglia di vari modelli (ad esempio scollo a v oppure dolcevita) in tessuti caldi come la lana o il cashmire, dai colori sempre neutri e classici come il beige, il bianco o il nero.

Spesso la stagione o l’ambiente caldo dell’ufficio ci obbligano a togliere la giacca. Suggerimento: tenerla sempre vicino a sé perché dà un senso di professionalità, nonché può essere utile se improvvisamente bisogna incontrare qualcuno per il quale è importante indossarla (meeting, colloquio col capo, ecc.).

 

Rosa Maria Ferrara

foto rosa maria ferrara
Rosa Maria Ferrara lavora da molti anni nel settore finance e da tempo ha la passione per la moda. La capacità di analisi, che è propria di chi lavora con i numeri, le è stata senza dubbio d’aiuto anche nella scelta di ciò che la ‘adorna’ quotidianamente, poiché per lei è importante sentirsi a proprio agio con il giusto outfit.

 

Articolo precedenteFare trading in casa o in gruppo?
Articolo successivoUscire dal triangolo

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, cartacea o Twin (cartacea+digitale) di TRADERS’ Magazine

Webinar

UniCredit

ATFX

Directa

Articoli Correlati