Vogliamo esserti sempre vicino e il nostro Customer Care risponde 24 ore 365 giorni l'anno. Per i tuoi quesiti di Cultura Finanziaria o per raccontarci la tua esperienza di trader o investitore chiama 0230332800 oppure manda un sms o un whatsapp al 3208756444 o manda una email a info@traders-mag.it

AMORI E INGANNI di Whit Stillman

Newsletter del settimanale

Ultima ora

Scelti per te

Recensione del film ispirato all’opera “Lady Susan” scritta da Jane Austen
Un delizioso susseguirsi di dialoghi, ricchi in linguaggio e raffinati nello humour anche quando è velatamente tagliente, per l’elegante e sagace film interpretato da ottimi attori di varia origine, dalla bella Kate Beckinsale alla machiavellica Chloë Sevigny Stephen Fry, fino alla indovinata Jemma Redgrave, nipote della più nota Vanessa.

La vedova molto allegra
Arriva a disturbare la tranquilla, e noiosa, esistenza della famiglia DeCourcy, nel countryside londinese, l’avvenente Lady Susan, vedova da tempo del compianto – non da lei – Mr Vernon. Tutti, del suo arrivo inatteso e improvviso, si domandano, con non velata preoccupazione, il perché. Lady Susan è spesso sulla bocca dell’alta società inglese per il suo atteggiamento tutt’altro che encomiabile dall’avvenuto passaggio a miglior vita del povero Vernon. Ed è il terrore delle mogli, specie quando di discutibile beltà, di affascinanti mariti poco inclini alle loro consorti se non per interessi non proprio nobili. Come nel caso dell’insopportabile Lady Lucy in continuo piagnisteo per essersi scoperta maritata al fedifrago quanto irresistibile Sir Manwaring, caduto nella rete proprio di Lady Susan.

F1) Locandina del film e trailer

Fonte: http://www.comingsoon.it/film/amore-e-inganni/53545/scheda/
Trailer del film: www.youtube.com/watch?v=8MaSK3POHI0

 

L’inganno annebbia
Frederica Vernon è una giovinetta dolce, timida, dal cuore buono, con il dono di una voce soave e il desiderio di insegnare per potersi rendere economicamente indipendente senza per il medesimo fine dovere incorrere in nozze non desiderate, come quelle impostele dall’abile madre, più vicina a discorsi di patrimonio (altrui!) che di sentimento onesto e duraturo. Lady Susan, grazie al suo genio diabolico – che ‘solo i più affermati commercianti sono riusciti a smascherare’ – irretisce, oltre a qualsiasi uomo nei paraggi escluso DeCourcy senior, il giovane figlio di quest’ultimo, Reginald. Egli è talmente annebbiato dalla donna da non accorgersi della a lui più affine Frederica, in fuga nel contempo dal facoltoso e decisamente scemo Sir James Martin: ‘enormemente ricco e sempliciotto’. ‘Cercavo Churchill ma di una chiesa su una collina non vi ho trovato traccia’ cit. J.Martin (Dalla versione originale il gioco di parole: “Churchill? That’s how you say it? All-together that way? … Churchill… That explains a great deal. I had heard ‘church’ and ‘hill’—but I couldn’t find either… All I saw was this big house.”).

F2) Una scena del film con due delle principali interpreti, Beckinsale e Greenwell

Una scena del film: splendidi non solo i costumi ma anche gli interni.
Fonte: https://i.ytimg.com/vi/jGX2_itZq-I/maxresdefault.jpg

Ieri e oggi: la sostanza non cambia
Il matrimonio con James Martin ci sarà e anche gli idealisti e ingenui Reginald e Frederica faranno le loro scelte e per Susan vedova Vernon vi sarà un buon cambiamento. Insomma tutti saranno felici. In modo diverso dal previsto…

La sceneggiatura, ispirata al racconto scritto, in forma epistolare alla fine del 700, da Jane Austen e pubblicato quasi un secolo dopo dal nipote della stessa, è opera del regista Stillman, innamorato del testo da anni. Il film, benché in costume e ambientato in un’epoca lontana da oggi con un linguaggio difficile da seguire in un tempo di scarsa forma comunicativa e di quasi azzeramento delle buone maniere, ci riporta su tematiche che suscitano ilarità nel pubblico perché ancora attuali. Dall’interesse più economico che affettivo (“un uomo sciocco e ricco non resta solo a lungo”) alla resistenza a svolgere il ruolo genitoriale (“dubiterei che tu sei mia figlia se io non fossi stata presente”) fino al senso pratico della vita che offre sempre nuove soluzioni (“dalle difficoltà si dice nascano le opportunità”).

Ieri come oggi: gli esseri umani! Con un susseguirsi delle loro debolezze e ambizioni nella spassosa drammaticità degli eventi e con un cambio costante e radicale di abiti stili e parole, ambientazioni e logistiche, atti a mascherare una sostanza unica che si ripete nei secoli.

F3) Cast principale del film

La Figura 3 mostra parte dell’ottimo cast artistico del film.
Fonte: http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2016/01/25/article-urn:publicid:ap.org:2c46c43c5b0149efa286fe882c1b2cf6-3aoGvOj3g96dbb91fde46a145be2-570_634x422.jpg

 

Alessandra Basile

Attrice e Autrice. Inoltre collabora con la Comunicazione corporate di un’azienda. E’ Life Coach ICF e dal 2018 Mediatore giudiziario. Presiede l’Associazione filodrammatica Effort Abvp con la quale ha interpretato e prodotto diversi spettacoli teatrali a tematica sociale, fra i quali una pièce contro la violenza domestica, “Dolores”, della cui versione italiana è co-autrice Siae. Ama scrivere di film, spettacoli e personaggi.
Email: alessandraeffort@icloud.com
Sito web: www.alessandrabasileattrice.com
Blog: https://alessandrabasileattrice.com/blog/

Abbonati a Traders' Magazine Italia

A partire da 63€/10 mesi

Riceverai ogni mese la versione digitale, di TRADERS’ Magazine

Webinar: clicca per iscriverti gratis

Articoli Correlati