Per offrirti il miglior servizio possibile il sito Traders' Magazine Italia utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Autorizzo
ABBONATI A TRADERS´

 

 

 

 


 

 

 

 

 


STACCO LA SPINA

5 luglio 2017

Bene siamo arrivati al capolinea. Sapevo che sarebbe arrivato questo momento, ma ho voluto resistere e invece il fisico non ha retto per cui adesso è più necessaria una pausa che qualsiasi altra cosa. Ho sforzato troppo! Adesso il mercato può fare quello che vuole, come del resto ha sempre fatto, e io dietro a cercare di capire dove volesse andare ma adesso stop! Qualche acciacco fisico di troppo non mi permette di essere operativo come voglio per cui una bella pausa salutare è quello che ci vuole, anzi me l’ha ordinato il medico e soprattutto il fisico!! Purtroppo. Per cui vacanze forzate ma che sicuramente non saranno “malaccio”, almeno spero.

Prima di dare il commiato da queste pagine lascio la mia ultima analisi. E’ un mese che il Fib balla tra 21100 e 20500. L’allarme è posto in macchina, i contratti pronti e …. io ko. Per fortuna che esistono gli smartphone! L’ordine potrà partire anche da lì ma soprattutto mentre starò facendo altro e non più rinchiuso dentro al mio amato e adesso odiato bunker! Non più con le mie natiche appoggiate su una sedia davanti ad un monitor (uno? Si fa per dire!) e vedere tante linee multicolore sbizzarrirsi su quadranti neri. Questo è un ordine! Dettato dal medico e dal fisico. Questo è uno “stoploss” che fa male ma che deve essere assimilato e gestito né più né meno come tutti gli altri, è una componente di questo mestiere con cui si deve imparare a convivere e ci convivo da un quarto di secolo per cui forse so come affrontarlo, forse.

Mi sembra di essere nei panni del Totti Nazionale cui han detto da domani basta! Ci si sente di… si, ci siamo capiti!

Ma torniamo al Fib. Vi lascio il grafico con riportati i livelli di medio/lungo periodo, quelli che insieme al TSI mi danno le proiezioni, i target di arrivo, quelli che io reputo importanti.

F1) Fib

FIB, grafico Fib/MiniFib settimanale con dati rettificati con le aree di medio/lungo periodo.
Fonte: dati Bull & Bear Finance

Se il nostro mercato vuole salire DEVE andare e stare sopra 21100 ma soprattutto sopra 21500 cosa abbastanza difficile attualmente per cui più probabile che si scenderà anche se 20500 ha retto tutte le discese. Ultimamente preferivo le operazioni ribassiste più che quelle rialziste e rimarrei su questa linea finché non arrivino notizie importanti e positive altrimenti la vedo dura sfondare a rialzo.
Ma arriviamo al succo, nel grafico vedete tutti i valori (importanti per me) che analizzerò partendo dall’alto a scendere che delimitano delle aree:

• 23297 sarà il punto di arrivo se decideranno di salire soprattutto se andranno sopra 21500.

• Area 20967/20535 è l’area di congestione attuale, quella da rompere. La rottura rialzista è difficile in quanto c’è il segnale short del RexSys (pallini gialli) e infatti vediamo quanto sia difficile salire e finché non smaltiranno l’eccesso di “salita” o se non arriveranno notizie molto positive a dare una spinta l’attesa è più per una rottura ribassista.

• Area 18998/18428 è l’obiettivo atteso se sfondano a ribasso 20500. C’è un livello prima di questa area cui prestare attenzione ed è a 19800 ma attualmente è ipotizzabile che se veramente vorranno scendere non reggerà o reggerà solo momentaneamente perché l’area naturale è questa data.

• Area 17380/16065 è il target finale della discesa.

Fantanumeri?
Bah, ognuno ha i suoi metodi per cercare di capire il mercato e di prevederne il movimento. Io più che prevedere il movimento ho sempre preferito studiare i target che potrà fare senza pormi il problema se faranno quelli a rialzo o quelli a ribasso, questa è una informazione che mi darà il mercato con i suoi movimenti, io vorrei saper stimare invece fin dove potrà arrivare… e tranquilli, eccome se ci arriva!!! … è solo questione di “tempo”.

Se ne riparlerà da qui a sei mesi almeno, così si potrà vedere le cose e i livelli a posteriori.

Bene, siamo veramente arrivati alla conclusione. Stacco la spina e lascio con un arrivederci e non con un addio. La mia schiena ora ha la precedenza su tutto e su tutti.

Ringrazio pubblicamente sia l’Editore Maurizio Monti che il direttore Emilio Tomasini per l’opportunità avuta di esprimere il mio “traderpensiero” su queste pagine, e anche a loro rinnovo il mio più sincero arrivederci e un “in bocca al lupo” per l’egregio lavoro che portano avanti con tanto impegno e passione. Identica è la mia.

A presto! Spero.


Bruno Prelli



Bruno Prelli, mi avvicino ai mercati finanziari nel 1993 che da allora seguo costantemente e opero per gestire i miei investimenti. Ho partecipato a diversi concorsi fra cui le 2 edizioni della TRADERS' Cup ottenendo un secondo posto nel 2014 sulle azioni e il primo posto nell'edizione 2015 sezione algotrading. Seguo costantemente i future sugli indici azionari e sulle azioni italiane. Attivo sui social o tramite il mio canale www.privatetrading.it

Seguici su Youtube 

 

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per rimanere aggiornato su nuovi articoli, riviste ed eventi



Iscriviti alla newsletter

Ultimo numero

Traders' Numero 5 - Maggio 2017RANKING: FIDArating AnalysisInsightsUn METODO di ECONOFISICA COME TECNICA di VERIFICA di una STRATEGIA FINANZIARIA Cove...

Ultimo numero

Investors'INVESTORS’ Magazine
La rivista per l'investitore, il risparmiatore, il promotore e il consulente finanziario.

Investors'

La frase celebre 

 

Shop

Accedi alla sezione Shop di Traders' Magazine
Seleziona una categoria oppure utilizza la ricerca per trovare i tuoi prodotti

Shop

Archivio

Consulta l'archivio di Traders' Magazine
Seleziona l'anno e la rivista di tuo interesse

Archivio

Made by Imprimis

 
TRADERS' e' la guida perfetta per coloro che guardano al trading professionalmente
La rivista più diffusa e letta in Europa, ora è finalmente arrivata anche in Italia
INVESTORS’ porta in Italia la grande Cultura europea del risparmio gestito
Consulta l'archivio di Traders' Magazine
Non perdere gli eventi organizzati da Traders' Magazine
Accedi alla sezione Shop di Traders' Magazine